Che cosa è la Seo Off-page per un blog
blogging tips

Seo Off-page per un blog: cosa è e come implementarla

Che cosa è la Seo Off-page e come si applicano i suoi parametri all’attività di un blogger e al posizionamento di un blog?

Hai mai sentito parlare della SEO off-page?
Ti spiego in breve che cosa è.
La Seo off-page, cioè SEO al di fuori della pagina (web), è quell’insieme di strategie che aiutano ad indicizzare un sito web, ma senza fare azioni sul sito stesso.
Se la SEO on-page è, al contrario, l’insieme di azioni che facciamo su ogni singola pagina e/o articolo e che comprendono parole chiave, analisi dell’intento di ricerca, call to action, link building ecc. (qui ti dico un bel po’ di cose in merito), quando facciamo Seo Off-page non lavoriamo sul nostro sito ma su altre piattaforme, coadiuvando comunque l’indicizzazione.

E dove avvengono queste azioni?

Le azioni da svolgere per l’indicizzazione, al di fuori della tua casa online, sono “nelle piazze” del web, come i social, o a casa degli altri, cioè attraverso la presenza di link che rimandano al tuo blog o sito su altri portali autorevoli.

Ma non solo: la SEO Off-page si fa anche quando lavori alla reputation del tuo sito web in tutti quei canali che non prevedono l’inserimento di un link, ma la possibilità di far ricordare la tua url (e far dunque arrivare l’importantissimo traffico da fonte diretta).

Quali sono le strategie di SEO off-page importanti per un blogger?

donna che parla al telefonino con un computer davanti. di spalle, castana.

La risposta a questa domanda te la danno le tue stesse Google Analytics.
Come osserverai leggendole (e qui ti spiego come leggerle al meglio), i motori di ricerca e in particolare Google tengono in considerazione

  • traffico organico (cioè il traffico che arriva da ricerca fatta su Google)
  • traffico da social e aggregatori
  • Traffico da referral
  • Traffico da fonte diretta.

Di queste quattro voci, solo una ha a che fare con la SEO on-page, cioè il traffico che viene da ricerca organica.
Invece il traffico che viene dai social e dagli aggregatori dipende in larga misura dalla tua strategia divulgativa sui social (della quale tra un attimo parleremo meglio);

Il traffico da referral ha a che fare con il traffico che viene da altri siti web, e ti ricordo comunque che, anche se da u sito o blog esterno non ti arriva neanche un visitatore, il semplice fatto di essere menzionati in un sito o blog autorevole influisce molto e positivamente sulla tua indicizzazione generale (dico sito o blog perché si tratta di due cose diverse, come ti spiego qui).

Infine, c’è quella fetta di traffico che viene da fonte diretta, cioè da quelle persone che leggono o ricordano la tua url e la vengono a cercare. Quel traffico, per quanto possa essere ridotto, ha una grande rilevanza per la tua indicizzazione.

Strategie per migliorare il traffico del tuo blog con la SEO off-page

magazine cartaceo chiuso accanto a compiere aperto

Veniamo dunque a capire come fare per migliorare la tua SEO off-page e, dunque, il traffico ad essa connesso, tramite alcune piccole strategie.

Piano Editoriale

Quasi nessuno, tranne la zia Sabri, la tua eroina del blogging (intendendo eroina proprio come sostanza stupefacente) ti dice mai che il tuo piano editoriale strategico, cioè la tua capacità di pianificare i tuoi contenuti in base a questi parametri e di rispettarlo è una componente essenziale della Seo… che viene prima della SEO.

Avere e seguire un buon PES è la base della tua Seo, sia on-page che off-page.

Strategia Social

Prendo atto che solo su questo aspetto servirebbe un intero articolo (e mi chiedo come possa noi averlo ancora scritto. Prometto che recupero a breve).

Ricorda sempre che per te, che sei un blogger, i social sono una fonte di traffico alternativa ai motori di ricerca e per questo devi tenere presente:

su quali social ci sono i tuoi lettori ideali, potenzialmente interessati ai tuoi contenuti (che a volte definiamo target, ma sto cercando di dismettere questa parola che non amo);
quali social portano, già in sé, più traffico. Per adesso restano leader Facebook e LinkedIn.
Non dimenticare gli aggregatori come Pinterest, vere mani sante per il traffico da fonte alternativa. Ti consiglio di seguire Giulia Maio, bravissima blogger e podcaster, nonché Regina di Pinterest, per tutte le strategie legate a questo mezzo importantissimo per il tuo traffico e la tua reputation.
quali canali, web e offline, possono portare curiosità verso il tuo blog, tanto da farlo ricordare alle persone che lo sentono nominare.
In questo agiscono con forte impatto le tue pubbliche relazioni e il tuo personal branding offline, argomento al quale ho dedicato un intero articolo che ti consiglio di leggere.

Se sei arrivata fin qui, ti consiglio di aprire uno per uno in una nuova scheda tutti gli articoli che ho menzionato; a fine lettura avrai una visione più completa e delle indicazioni chiare da seguire su come trattare il tuo blog come una vera micro impresa.

Se poi dovesse servirti una mano in più per far decollare il tuo progetto narrativo online… contattami quando vuoi 😉

seo off-page cosa è e come implementarla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *