Viaggio da sola a Sofia: le cose da sapere

da sola a sofia
I miei lettori e soprattutto le mie lettrici mi hanno riempita di molte domande nei commenti dei miei post relativi a Sofia e alla Bulgaria.

Complice il mio racconto di viaggio con tanto di breve ma intenso video, ma anche il fatto che Sofia è una destinazione vicina, adatta a veloci weekend getaway e spesso collegata con voli molto economici, molte ragazze mi hanno chiesto se la consiglierei per un viaggio da sola o per due ragazze sole.da sola a sofia

Ecco le risposte alle domande che tutte fareste… e anche qualcosina in più.




0 – Pericolosa per una donna sola? e per due? 

due donne sole a sofia viaggio

Partendo dal presupposto che due ragazze, se sono due, già non sono sole e che io ci sono andata per la prima volta con la mia amica larossa, è ovvio che la mia risposta di default è “certo che è adatta a una/due donne… come lo è tutto il mondo, dannazione”.

Tolta la prima domanda generica e la prima risposta convinta, passiamo adesso alle altre cose utili da sapere per una beddha carusa che se ne vuole andare nella capitale bulgara.da sola a sofia

 

1 – Senso di pulizia

Come ho detto più volte, indipendentemente dal livello di manifesto benessere o povertà che si intuisce nelle diverse aree, la città dà un senso di pulizia; un servizio capillare di netturbini spazza nelle vie centrali e laterali praticamente tutto il giorno e anche le arterie delle vie centrali, ancora un po’ meno curate dal punto di vista urbanistico, riescono comunque a darti un senso di cura e pulizia.

viaggio da sola a sofia

2 – Bere e mangiare da sole

I bulgari osservano. Lo fanno, soprattutto nelle città periferiche o nei quartieri secondari, nei confronti di tutti e tutte, uomini e donne.
A volte in modo più discreto, altre ve ne accorgerete; ma non sono soliti/solite importunare.da sola a sofia
L’ubriachezza molesta o rumorosa non è ben vista, come del resto non lo è in Italia e in molti altri posti. Il che vuol dire che se da un lato dovrai avere un contegno, dall’altro più difficilmente avrai a che fare con persone che hanno alzato un po’ il gomito e ti romperanno le scatole.

Se accade, come ti dicevo, i bulgari osservano: se hai bisogno, difficilmente resterai nell’indifferenza generale, avrai di certo aiuto.

gadget per il tuo brand come farli

3 – Prodotti di igiene intima  

Ti viene il ciclo proprio lì?
Se sei coppettizzata, dovresti aver risolto ovunque ti trovi.
Tuttavia, scegli di usare bagni pubblici con lavabo sia interno che esterno alla zona wc: le donne con coppetta sono ancora una nicchia e ancora non è stato scritto il manuale del bon ton della coppetta mestruale. Tuttavia se nei locali di tutto il mondo ancora ci pregano di non gettare gli assorbenti nel water vuol dire che anche noi a volte davvero non riusciamo ad arrivare alle considerazioni più ovvie: sii discreta nello sciacquare la coppetta, accertati di farlo nei luoghi opportuni e porta con te sempre le salviettine.

Se usi tamponi, meglio portare la tua marca preferita dall’Italia perché in Bulgaria non si trova tutto, ovunque. Ad essere sinceri la ricerca degli assorbenti interni non è molto diversa da quanto avviene nelle città medio piccole in Italia; un piccolo negozio di casalinghi e igiene personale potrà avere giusto un Ob medio e un Tampax super; se hai esigenze specifiche, meglio partire portando qualcosa da casa.
Idem per gli antidolorifici.

4 – Mercatini interessanti e shopping 

Ora, facciamo finta che lo shopping sia una cosa che amano fare soprattutto le donne;
Sofia apre le porte a mondi paralleli per i quali serve un post a parte.
E quindi eccotelo qui.da sola a sofia

 

 

5 – Scorbutici? Ma va… al massimo burberi. 

Se sei una che si sente a suo agio solo in quei posti in cui, al cospetto di 50 euro, sorridono tutti a prescindere, potresti restare delusa. Se sei abituata ad avere il salamelecco facile solo perché sei donna e magari anche carina,  preparati ad imparare che il mondo è vario.
A Sofia, se fai una richiesta assurda, tipo pagare un caffè (corrispettivo di 20 cent di euro) con una carta di credito, ci sta che non sorridano e con faccia scocciata ti dicano che no, non puoi.
Insomma, lasciati alle spalle il paternalismo secondo cui una fanciulla da sola è come una bimba indifesa che può chiedere tutto perché tutto le sarà dato.

rooftop e vita notturna a sofia

6 – Se sei “fit”…

Metti caso che ti piace fare movimento anche in viaggio e, dal momento che sei sola e nessuno ti rompe le scatole, vuoi fare un po’ di allenamento anche in viaggio: ti consiglio di visitare Sofia a piedi, perché è molto facile godersela così; solo, stai attenta al traffico. Se il semaforo è giallo, fermati. Se è verde… aspetta comunque un attimo e osserva bene la strada. Il traffico sa essere abbastanza aggressivo. da sola a sofia

E poi, per passeggiare, correre e usare attrezzi veri e propri, approfitta degli spazi di verde urbano adibito a palestra a cielo aperto dei giardini Borisova.

7 – Incontri, tinder e one-night-stand

conoscere gente a sofia - tinder

A Sofia la popolazione under 40 è numericamente notevole, superiore rispetto a molte capitali dell’ovest. Tinder, come molti altri metodi di incontro di sconosciuti per socializzare, è attivo e utilizzato, sia da giovani locali che, trattandosi di una capitale con una università, anche da stranieri.
Le probabilità di imbattersi in situazioni incresciose sono le stesse che in qualunque altro posto del mondo, per cui utilizza i tuoi sistemi soliti di prudenza, concetto che varia tantissimo da donna a donna.
Per quanto, qui come altrove, sei la prima e principale guardiana della tua incolumità e anche del tuo divertimento, quanto scritto al punto 2-5-0 mi fanno però dire che c’è un senso di controllo sociale maggiore che in altre, più gettonate, affollate e caotiche capitali.

Leggi anche “Vita notturna a Sofia: dove andare per live, musica e drink” 

8 – Posti per lavorare e anche socializzare 

spazio Puzl a Sofia - coworking

Potresti andare a Sofia non solo per vacanza ma poterci/doverci unire l’esigenza di lavorare da remoto. da sola a sofia
In tal caso devi sapere che questa è una città ricca di co-working molto belli, come il Puzl, particolarmente consigliato a chi lavora nell’IT (Bul. Cherni Vrah 47A, piano 4 e 5) e Betahous (Krum Popov 56-58 str.) indicato per chi vuole trovare nuove collaborazioni e condividere spunti e idee.
Facendo l’abbonamento qui potrai accedere gratis alle Betahous delle principali città d’Europa e oltre, quindi è particolarmente appropriato per chi ha intenzione di viaggiare molto e spesso. da sola a sofia
Invece scegliendo il Cosmos Coworking Camp (3 Angel Kanchev Str.) potrai godere della posizione migliore per andare subito dopo il lavoro a fare due passi e bere qualcosa nella via dello “struscio”, Votosha Boulevard, proprio lì vicino.




Dove hai fatto il tuo ultimo viaggio da sola? Andresti anche a Sofia?



Booking.com

da sola a sofia

 

24 pensieri riguardo “Viaggio da sola a Sofia: le cose da sapere

  • Aprile 30, 2018 in 1:11 pm
    Permalink

    Ho letto anche io il tuo articolo su Sofia, mi ha appassionata, non avendo mai fatto viaggi da sola. I tuoi consigli sono utilissimi, devo solo prendere coraggio! 😉

    Risposta
  • Aprile 28, 2018 in 10:19 pm
    Permalink

    Ho letto con grande interesse la tua esperienza di viaggio a Sofia, anche perchè il punto di vista di una donna che viaggia da sola è originale ed entusiasmante (anche le informazioni più pratiche sui bagni pubblici ad esempio).

    Risposta
    • Maggio 1, 2018 in 9:28 am
      Permalink

      EH… tutti che parlano della sicurezza e nessuno che parla mai di bagni e assorbenti! Se una donna scrive davvero dal punto di vista di una donna, non può esimersi.

      Risposta
  • Aprile 27, 2018 in 10:13 pm
    Permalink

    Vorrei tanto visitare Sofia, mi ispira davvero tanto come città! Per il resto condivido in pieno i tuoi pensieri. Io amo viaggiare in coppia, ma spesso e volentieri sento il bisogno di fare un viaggio da sola, o con la mia migliore amica 🙂

    Risposta
  • Aprile 27, 2018 in 7:50 pm
    Permalink

    Bello l’articolo e l’argomento è molto utile,non l’ho mai fatto ma a volte mi prende la voglia di mollare tutti,marito e figli,e partire da sola per un paio di giorni😅…

    Risposta
  • Aprile 27, 2018 in 11:49 am
    Permalink

    Sono stata a Sofia ma non da sola ma con mio marito, e posso dirti di aver provato alcune delle tue stesse sensazioni, specialmente riguardo la pulizia della città. Io ho visitato anche due siti fuori Sofia che mi hanno affascinata a tal punto che vorrei tornare in Bulgaria 😍

    Risposta
  • Aprile 26, 2018 in 8:06 pm
    Permalink

    Ho sempre voluto visitare Sofia come de resto altre 1000 destinazioni. Ho viaggiato molto da sola e credo basti seguire delle regole ovvie per non avere grossi problemi. Stare attente e saper dove andare (e non andare). Comunque post utilissimo.

    Risposta
  • Aprile 26, 2018 in 1:57 pm
    Permalink

    Sofia, quanti ricordi! Un anno fa ci sono stata per un mese, anche io in solitaria. ho vissuto delle esperienze indimenticabili in quella città! 🙂

    Risposta
  • Aprile 26, 2018 in 9:10 am
    Permalink

    Mi piacciono i vari temi che hai trattato, molto utili e non solo per le donne che viaggiano da sole.

    Risposta
  • Aprile 24, 2018 in 4:48 pm
    Permalink

    Personalmente il fatto che la città dia un senso di pulizia per me è davvero importante, è il primo step per partire bene 🙂
    Adoro anche i posti per socializzare che in una città diversa dalla tua fanno la differenza!!

    Risposta
    • Aprile 26, 2018 in 1:13 pm
      Permalink

      Verissimo, sono d’accordo sul fatto della pulizia che è importantissima anche per me. Poi credo che una città che ha spazi dedicati alla socialità sia accogliente a prescindere.

      Risposta
  • Aprile 24, 2018 in 8:51 am
    Permalink

    Ciao Sabrina, molto interessante e originale il tuo post, perchè non hai parlato semplicemente della sensazione sicurezza che può avere una ragazza da sola a Sofia, ma hai toccato tutti i temi femminili in senso più ampio e… concreto! L’ho letto con molto piacere.

    Risposta
  • Aprile 24, 2018 in 6:07 am
    Permalink

    Post interessante! Credo sia importante condividere esperienze di viaggio in solitaria o con un’amica per diffondere il messaggio che si può fare e che non si deve rinunciare a viaggiare se non si è in coppia o se non si è riusciti a trovare la giusta compagnia. 😊

    Risposta
  • Aprile 23, 2018 in 9:29 pm
    Permalink

    Molto interessante. I tuoi suggerimenti sono molto utili. Per quanto riguarda invece viaggiare da sole o in coppia, io preferisco sempre viaggiare in coppia. Due donne si aiutano sempre. È una soluzione la trovano.

    Risposta
    • Aprile 26, 2018 in 1:14 pm
      Permalink

      Viaggiare da sole non è una cosa che piace a tutte e a tutti, l’importante è non lasciarsi bloccare dalla paura quando si avrebbe voglia di fare una simile esperienza.

      Risposta
  • Aprile 23, 2018 in 9:22 pm
    Permalink

    quando si viaggia da soli la sicurezza dipende anche dalle situazioni che crei o cerchi. Questa è una regola che a mio avviso vale per ogni luogo o posto in questo pianeta. Piccole precauzioni ci aiutano a non avere brutte sorprese.

    Risposta
  • Aprile 23, 2018 in 7:03 pm
    Permalink

    Bello! Io da sola ho viaggiato solo in Spagna. Spero di poterlo fare ancora perché mi è piaciuto molto.

    Risposta
  • Aprile 23, 2018 in 6:59 pm
    Permalink

    Post interessantissimo! Onestamente, non ho mai preso in considerazione la Bulgaria come possibile meta di un gateaway ma, complice il tuo post, quasi quasi ci ripenso 🙂

    Risposta
  • Aprile 17, 2018 in 8:47 pm
    Permalink

    La domanda se due donne sole possano sentirsi sicure mi ha fatto sorridere 😉
    Io a Sofia ci sono stata con mio fratello quindi non faccio testo, ma non mi sono mai sentita a disagio. Una cosa che non ci si deve aspettare, come dici tu, è che ci venga data qualunque cosa ci passi per la testa. Per esempio ho notato che la gente, pur essendo gentile, non ti fa un sorriso se non serve. O non ti dice una parola in più se non è necessaria.
    La tua domanda finale mi ha fatto pensare ai viaggi che ho fatto da sola, e nemmeno sforzandomi riesco a farmi venire in mente un posto dove non mi sia sentita sicura.
    Buona serata 😘

    Risposta
    • Aprile 18, 2018 in 8:57 am
      Permalink

      Ciao Silvia, è per questo che non do mai, e se lo faccio sono visibilmente impacciata, dei consigli di prudenza. Perchè quella davvero è una questione percettiva individuale.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *