sabrina in foto mostrata in un telefonino tenuto in mano da sabrina - bio in un blog_
blogging tips

Idee per un blog: che tipo di contenuti creare, partendo dai tuoi canali social

Scrivi sui canali social ma credi di non poter gestire un blog per mancanza di tempo o capacità? Ecco alcuni consigli.

Molte persone attive sui social e con community forti, quando la loro presenza online inizia a diventare “una cosa seria”, si chiedono se sia o meno il caso di creare anche un proprio sito o blog. Parto dicendo che un blog può portarti moltissimi follower sui social (ti spiego bene come nell’ultimo paragrafo).

L’intuizione di creare un blog, che sia autonoma o indotta da qualche altra persona saggia, è più che giusta. Infatti, proprio per chi crea costantemente contenuti di qualità su un qualunque social, è più che sensato chiedersi se non sia il caso di “non lasciare tutto lì, a casa di altri”.
Perché sì, i social sono una bella piazza, un luogo comodo in cui condividere contenuti, ma non sono mai uno spazio davvero nostro.
Il sito o blog, invece, nasce proprio come uno spazio proprio.

I primi dubbi di ogni social content creator, che riflette se sia o meno il caso di aprire un blog sono:

Io non ho tempo per scrivere

Io non so cosa scrivere

Io non so scrivere (nel senso di “scrivere non è il mio forte”).

Niente paura, puoi creare dei fantastici contenuti partendo dai video, dalle storie, dai post, dalle live che hai già fatto fino ad ora.

Ecco a te alcune idee per un blog che puoi mettere in atto proprio partendo dai contenuti che hai già creato sui social, per affermare ulteriormente la tua autorevolezza come creatore di contenuti e per avere nuovi follower e una nuova fonte di traffico… nonché un ulteriore e potente canale di vendita, che a molti può sempre servire.

Creare Blogpost partendo dalle tue storie di Instagram

foto di un cellulare da cui si vede instagram

Se hai avuto fino ad ora l’abitudine di fare storie parlate, in cui approfondisci vari temi e/o condividi esperienze, riascoltarle e “sbobinale”, termine ormai arcaico che sta per riscriverle come sotto dettatura.

Ne verrà fuori un testo più lungo di quello che pensi.
Ovviamente poi andrà rimesso a posto e ristrutturato in modo tale che sia facile e gradevole da leggere, meglio ancora se modificato seguendo i parametri della SEO.

Inserisci i tuoi video nei tuoi articoli

Lavori digitali - professioni digitali

Se hai al consuntivo decine di video tutorial su come fare cose, perché non usarli per il tuo blog?

Incorporare i video da un social come Youtube o simili in un articolo con del testo è un parametro positivo anche per l’indicizzazione di un sito o blog. Ormai i contenuti scritti devono essere sempre più visual, per cui il tuo aver creato fino ad ora soprattutto video (o audio, ci arriviamo tra un attimo) può essere un reale valore aggiunto per far partire il tuo progetto web.

I tuoi primi articoli per il blog possono nascere proprio prendendo spunto dai contenuti già condivisi in video, ma usando uno specifico narrativo alternativo.
Attenzione: molte persone, quando cercano “come fare la pasta fatta in casa” oppure “come abbinare il giallo con il viola”, o ancora “come truccarsi in cinque minuti”, insomma quando cercano un contenuto chiaramente tutorial, non sempre hanno il tempo, la possibilità e la voglia di guarda un intero video.

Un articolo di 600 parole si legge in media in 3 minuti.
Un video di 10 minuti, richiede ben 10 minuti affinché tutte le informazioni arrivino all’utente.

Quasi mai un utente che cerca un tutorial ha davvero 10 minuti da dedicare alla risposta che cerca.
Ecco perché un blog ti permette di raggiungere più del doppio delle persone che raggiungi, ad oggi, con i tuoi tutorial su Youtube.

Tuttavia, unendo video e contento scritto nello stesso post, si allunga il tempo di permanenza medio del lettore, e questo premia la tua indicizzazione.

Blog post dai tuoi podcast

foto dall'alto di una persona che cammina ascoltando un podcast

Altro strumento utilissimo per diffondere i tuoi contenuti è sicuramente un podcast, strumento che io amo.
Anche in questo caso, se da ogni puntata del tuo podcast crei un contenuto scritto in ottica SEO e aggiungi nel testo l’incorporamento del podcast audio, puoi usare il tuo blog per portare nuovi utenti al podcast e rendere più completo il tuo modello di business narrativo.

Riassunto dei contenuti di una room su Clubhouse

clubhouse

Da Clubhuser, posso dire che spesso nelle room migliori si hanno spunti fantastici per nuovi blog post, quindi ogni blogger dovrebbe usare questo nuovo social come spunto per nuovi post.

Un blog può portarti moltissimi nuovi follower!

Ma veniamo a una cosa che ogni blogger sa ma che non bisogna dare per scontato, ed è bene spigare questo concetto a chi invece non ha ancora mai avuto un blog.

Ti spiego perché un blog può portare nuovi follower.
Un blog viene indicizzato dai motori di ricerca proprio grazie alle tecniche di scrittura SEO.
I tuoi contenuti su Instagram, Facebook, TikTok e Podcast (che lo so, non è un social ma devo nominarlo perché è un canale di comunicazione sempre più diffuso) non vengono indicizzati perché rispondono ad algoritmi diversi e di piattaforme che talvolta sono persino competitor del motore di ricerca comune.

Questo vuol dire che, se io che sono una travel blogger e scrivo un articolo su come fare belle foto e tu che sei un fotografo hai fatto “solo” dei video su TikTok sullo stesso argomento, io vengo trovato da chi cerca su Google “fare belle foto”… e tu no.
E questo traffico non è altro che un segmento di mercato e un numero enorme di follower che perdi, per regalarli a me.

sabrina sul divano con il computer, girata a 3/4, sorride

Se invece oltre al video (Youtube, TikTok, Instagram ecc.) scrivi anche un articolo scritto in ottica SEO, non solo avrai nuovi lettori ma anche nuovi follower, perché nel tuo articolo inserirai anche Call to Action forti per portare le persone a seguirti su TikTok.

Per altro, un articolo ha una vita organica lunghissima: se scrivi in ottica SEO il tuo articolo verrà trovato da un numero maggiore di persone con il passare del tempo (mentre ogni tuo post sui social ha una vita organica molto più breve); in pratica, puoi scrivere un articolo e da quell’articolo ricevere nuovi follower ogni giorno, potenzialmente per sempre.

Se vuoi, possiamo parlarne in una consulenza One Shot oppure strutturare un percorso tutto tuo, che ti porti da Zero a 100, cioè da non avere un blog ad averne uno già strutturato per conquistare il web. Qui puoi trovare le soluzioni possibili per avviare il tuo progetto online.

One thought on “Idee per un blog: che tipo di contenuti creare, partendo dai tuoi canali social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *