Come farsi foto con lo smartphone in viaggio: guida per i tuoi autoritratti

di Flavia Costadoni,
fotografa e blogger che dà fantastici consigli come fare foto da smartphone.

Flavia Costadoni – flaviacostadoni.com

In questa stranissima estate ci stiamo dedicando alla riscoperta dell’Italia e molti di noi ne hanno approfittato per fare i primi viaggi da soli (una volta che inizi non smetti più); questo vuol dire anche… fare e farsi le foto con lo smartphone completamente da soli.

Ma come ottenere il meglio quando non c’è nessuno che possa scattarci delle foto? 

Ve lo spiego io: 

Farsi foto con lo smartphone:
selfie vs autoritratto

sabrina in foto mostrata in un telefonino tenuto in mano da sabrina - bio in un blog_

C’è una differenza abissale tra il selfie e l’autoritratto.
I selfie, cioè le foto che facciamo tenendo in mano il telefono e usando il braccio come palo telescopico, nell’80% dei casi sono brutti o comunque non particolarmente comunicativi e interessanti e si vede solo il nostro faccione e non cosa stiamo facendo ne tanto meno dove siamo. 

Imparando l’arte dell’autoritratto potrete immergervi nel posto che state visitando e creare delle foto belle con qualche piccolo accorgimento.

Farsi le foto con lo smartphone sarà comunque semplicissimo (e soddisfacente).

Inoltre la scelta dell’autoritratto può rivelarsi vincente perché ha sempre quell’aura in più che distingue il fotografo o un appassionato da un dilettante qualsiasi. 

Qualche consiglio pratico:
– impostate il timer sul vostro smartphone o utilizzate un remote,
– impostate l’opzione per scatti multipli: è meglio poter scegliere fra una decina di foto perché averne una sola aumenta la probabilità di doverla rifare altre due o tre volte (o venti). 

2. Il treppiedi: il vero instagram boyfriend/girlfriend di cui hai davvero bisogno

Investite in un treppiedi! Su Amazon se ne trovano di tutti i tipi e dimensioni, guardate bene il peso e l’ingombro e se hanno il grip per lo smartphone.

Ecco alcuni dei migliori, più pratici da portare anche nel bagaglio a mano, adattabili a tutti i cellulari e con controllo remoto.

Impostando il timer al telefono o utilizzando un remote (telecomandino con connessione bluetooth) è possibile farsi le foto con lo smartphone in viaggio senza troppi problemi.
Va da sé che per farsi belle foto da soli in viaggio, il treppiedi diventa cruciale almeno quanto il cellulare. 

farsi foto da soli_selfie stick
Lucas Favre, unsplash

Alternativa selfie-stick: a molti non piace, perchè si lega ad un’immagine di turismo mordi e fuggi, ma a volte il selfie stick può essere una valida alternativa al treppiedi.
Entra in borsa, è discreto (visto che lo hanno praticamente tutti) e può farci portare a casa qualche scatto decente quando i luoghi in cui vogliamo essere immortalati sono troppo affollati e non c’è materialmente tempo per cominciare a montare il treppiedi. Ma bisogna fare molta attenzione a non far venire nello scatto lo stick, cioè il braccio dell’aggeggio e questa è forse la cosa più difficile.

Alternativa che non consiglio: posare il telefono da qualche parte, può essere una soluzione dell’ultimo minuto, ma il più delle volte si rivela una soluzione instabile e potrebbe mettere a rischio l’incolumità del vostro smartphone.

Altra alternativa da non sottovalutare: chiedere a qualcuno di scattarci una foto.
Spesso fra viaggiatori (solitari) ci si aiuta! Magari cercate qualcuno con una buona reflex in mano, che ha al collo una macchina da diverse migliaia di euro probabilmente sa anche come usarla, quindi anche con un semplice telefono potrebbe scattarvi una bella foto. 

Leggi anche qualche segreto su come Venire bene in Foto

3. Fatti un’idea precisa di quello che vuoi

Il vero segreto per farsi le foto con lo smartphone in viaggio ed ottenere buoni risultati è quello di sapere cosa vuoi già prima di impostare lo scatto, il treppiedi, che tipo di scatto vuoi ottenere.

Pianifica le tue esplorazioni, valuta la luce: La luce migliore è quella della sera o del tramonto, la così detta Golden Hour. Si tratta di una luce soffusa, laterale e che ammorbidisce le linee del viso e del corpo, evitate come la peste le luci che “tagliano” tipo quella del sole a mezzogiorno, piuttosto puntate per un luogo all’ombra.

Qui, altri consigli su come farsi belle foto in viaggio anche con poca luce.

Sabrina_porto di rimini_golden hour
Una delle foto più belle che mi son fatta da sola, con un autoscatto e cavalletto

Se veramente volete farvi foto con lo smartphone che siano belle e particolari dovete mettervi in testa che dovete alzarvi prestissimo la mattina o restare in un luogo fino a tardi ed avere la pazienza di aspettare che le persone vadano via. 

Se siete alla ricerca di idee, Instagram e Pinterest sono ottime fonti per attingere a spunti creative per farsi delle foto con lo smartphone in viaggio. Non escluderei anche TikTok; per quanto io mi senta fuori categoria i giovani sanno essere estremamente creativi e molti fotografi pro hanno su questo social dei format proprio sulla fotografia da smartphone.

Un consiglio in più: usa la fantasia e non provare vergogna. Leggi qui la guida a come farsi bellissime foto da soli .

Leggi anche i 6 consigli di Flavia per fare belle foto da Smartphone
Segui Flavia anche su Instagram.

come farsi autoritratti da soli, da smartphone.

Questo articolo contiene link affiliati. Se acquisti uno dei treppiedi indicati nel post, per te non cambia nulla in termini di prezzo e io guadagno una piccola commissione sul tuo acquisto.

Un pensiero riguardo “Come farsi foto con lo smartphone in viaggio: guida per i tuoi autoritratti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *