Ufficio in casa: come deve essere quello dei blogger?

Lo so che molte delle mie amiche e colleghe blogger, solo nel vedere accostato il loro lavoro alle parole “ufficio” e “casa” hanno una reazione che oscilla tra il brivido, il sorriso malinconico, ma con una smorfia che dice “effettivamente non potrò lavorare sempre accovacciata sul bracciolo del divano”.

La verità è, care amiche e colleghe sempre connesse a computer e mobile, che la nostra casa (ovunque e per quanto tempo lo sia) diventa spesso il nostro ufficio, con tutto ciò che ne consegue.

Risulta chiaro, quindi, che una corretta suddivisione dei tempi/luoghi per avere la giusta disciplina sul lavoro e la ricerca di mobili per studio che possano fare al caso nostro diventino questioni di primaria importanza, un salto in bilico tra igiene mentale e produttività.

Qualche lettore o lettrice più fedele mi dirà: ma che cosa cambia tra l’interior design d’ufficio di un blogger e quello di un freelance in genere?

La risposta è semplice e basata su dati empirici: una blogger trascorre in media almeno la metà delle sue ore lavorative su uno smartphone o un tablet e i tool casalinghi devono essere compatibili con queste abitudini.

Ufficio in casa di un blogger_come deve essere

Parliamo quindi di come essere comodi e avere il massimo del confort sul luogo di lavoro, in questo caso casa nostra.
Sì, perché non è affatto scontato che il luogo deputato al nostro relax sia anche quello giusto per sostenerci durante interminabili sessioni di scrittura, ad esempio. Vediamo quindi passo passo quali sono gli accorgimenti da adottare per non trasformare la nostra casa in un luogo che, da quando iniziamo a lavorarci, diventi per noi in qualche modo respingente.

La luce

lampada di sale dell'himalaya_utile per ufficio_nomadi digitali

Per prima cosa parliamo di un elemento che potrebbe apparire secondario, invece risulta essere fondamentale: l‘illuminazione.

Non smetterò mai di dire che trascorrere molte ore al computer può essere molto faticoso per gli occhi, a maggior ragione se lo schermo e la stanza dove lavoriamo non sono correttamente illuminati: ricordiamoci di allestire il nostro studio in una stanza bene illuminata da luce naturale, ma al contempo adeguatamente supportata dalla luce artificiale.

In caso contrario, il mal di testa sarà probabilmente assicurato.

Un tipo di lampada utile per blogger è quella dal braccio regolabile. Perché? Perché noi spostiamo lo sguardo spesso, tenendolo un’ora sul computer e poi 40 minuti sul telefonino. In quei 40 minuti il braccio deve essere rivolto al telefono. E, se facciamo instagram stories, verso la nostra faccia 😉

Quando parlo di luce, mi riferisco anche all’importanza di lavorare in spazi che ricevano luce naturale e forte il più a lungo possibile, per una questione di equilibrio biochimico che aiuti la produttività e abbassi i livelli di stress.

La giusta aria

guest house
patrick perkins, unsplash

Altro elemento necessario al nostro benessere è la corretta areazione degli ambienti che ospiteranno il nostro lavoro a casa: se non correttamente areata, una sala rischia di essere un ambiente ostile, causandoci disturbi respiratori e diminuendo moltissimo la nostra attenzione.

La giusta seduta

ph. luca bravo, unsplash
ph. luca bravo, unsplash

Non dimentichiamo poi la corretta postura del nostro corpo: purtroppo o per fortuna esso ci manda dei segnali inequivocabili quando manteniamo per troppo tempo una postura scorretta.
Ecco quindi sopraggiungere dolori cervicali, lombari, fastidiosi formicolii agli arti e chi più ne ha più ne metta.

Necessarie si rivelano quindi le poltrone ergonomiche, oggetti dalla forma bizzarra ma sapientemente studiata per permettere alla nostra postura di rimanere corretta a lungo.
Inizialmente potrebbe essere un po’ strano abituarsi a queste posizioni, ma dopo solo qualche minuto riusciremo a intuire che il benessere che ne deriva risulta fondamentale per la buona riuscita del nostro stressante lavoro. 

Anche la tastiera è importante

ufficio freelance coworking www.sabrinabarbante.com

Oltre ad un buon computer, è bene pensare ad una buona tastiera: quelle USB sono particolarmente indicate per affiancarsi durante le ore di lavoro, perché grazie all’assenza di fastidiosi e scomodi cavi ci permettono di lavorare scegliendo la posizione più comoda per farlo.
Così pure i mousepad con il supporto per il polso, necessari per non incomodare troppo il braccio e lasciarci preda di dolori talvolta anche cronici (pensiamo ad esempio all’epicondilite, detta anche “gomito del tennista”, patologia che rischia di colpire chi utilizza per periodi prolungati un computer portatile).

Supporti per cellulare

reasons to rebrand a blog

Sarebbe però un errore puerile concentrarmi così tanto solo su scrivania e computer quando so benissimo che moltissime blogger, influencer, instagrammer lavorano soprattuto da mobile.
Nel 2018, anche il design deve essere responsive! Ecco che i supporti da scrivania o da parete per cellulari diventano importanti per non far venire o non aggravare problemi di cervicale ed emicrania.

Come ultima linea generale risento di dire che sono benèfici per le nostre abitudini tutti quei supporti e tool che ci aiutano a mantenere una postura corretta durante le ore di lavoro dai più disparati dispositivi.

Questo post contiene link nati da collaborazioni o sponsorizzazioni. 
Come sempre, inserisco nei miei post solo link in linea con gli argomenti e che reputo possano essere utili per i miei lettori e lettrici

15 pensieri riguardo “Ufficio in casa: come deve essere quello dei blogger?

  • Marzo 12, 2019 in 8:15 am
    Permalink

    Ottimi consigli, io ho creato un piccolo spazio in sala. Tutto è stato progettato ad hoc occupando il minimo spazio…… ma è proprio il minimo spazio che mi preoccupa, stando tante ore su pc la comodità è molto importante

    Risposta
  • Marzo 11, 2019 in 10:48 am
    Permalink

    Io vorrei quantomeno imparare ad essere ordinata, sarebbe già tanto. Invece quando lavoro mi riempio di disordine e riesco a mettere a posto solo alla fine.

    Risposta
  • Marzo 10, 2019 in 6:28 pm
    Permalink

    Molto utile questo tuo articolo, devo ristrutturare un angolo della casa da dedicare appunto al lavoro. Mi hai dato davvero molti spunti =)

    Risposta
  • Marzo 10, 2019 in 5:05 pm
    Permalink

    Il mio problema più grande è la luce. Sono un un angolo della casa con poca luce e mi tocca tenere accesi i faretti. Dovrei dotarmi anch’io di una lampada a braccio regolabile.
    Il portacellulare è un’idea geniale. Anche io lo uso.

    Risposta
  • Marzo 9, 2019 in 9:13 pm
    Permalink

    Tantissimi consigli utili. Quando lavoro a casa dal pc mi rendo subito conto se sto in una posizione sbagliata (ad esempio il divano). Ho bisogno della mia scrivania e della luce e devo avere a portata di mano penne e fogli per gli appunti e acqua. Il supporto per il telefono potrebbe essere una bella idea, non ci avevo mai pensato…

    Risposta
  • Marzo 9, 2019 in 3:29 pm
    Permalink

    Per lavorare, sia in casa che altrove, sicuramente occorre sempre essere in condizioni di super comfort e, come dici tu, l’illuminazione se si resta molte ore davanti al pc può fare la differenza!

    Risposta
  • Marzo 8, 2019 in 5:09 pm
    Permalink

    Tutti consigli utilissimi, anche io mi rendo conto che senza la giusta luce e il giusto ambiente non riesco a concentrarmi come dovrei. Anche la sedia fa molto, ad esempio quando sono seduta riesco a stare concentrata molto di più che stando sul divano a gambe incrociate.

    Risposta
  • Marzo 8, 2019 in 4:54 pm
    Permalink

    Io tuoi suggerimenti sono perfetti per chi lavora da casa. Io per scrivere il mio blog ho due spazi: la mia scrivania in sala con il computer dove ho tutti i supporti per il telefono e anche il tablet (anche se passa più tempo sulle mie ginocchia che al suo posto) e la cantina. si ho piazzato una scrivania vecchia e una vecchia sedia in cantina con una semplice lampada da scrivania e un vecchio portabile utile solo con Word. Quando devo scrivere delle recensioni che ho bisogno di concentrarmi più del normale e sento il bisogno di isolarmi, scendo in cantina e porto con me tablet e telefono per eventuali riceche su internet e li isolata da tutto e tutti riesco a dare il meglio di me.

    Risposta
  • Marzo 8, 2019 in 10:48 am
    Permalink

    Lavorare da casa in effetti non è facile se non si crea l’ambiente giusto. Io ad esempio senza tanta luce naturale e una sedia comoda non riesco a produrre molto. Me ne accorgo subito. Il divano ad esempio è decisamente off limits. Perdo tempo e concludo poco. Ho bisogno della mia scrivania, con la mia sedia e la finestra vicino per far entrare luce naturale. I supporti invece sono il mio tallone d’Achille. Dopo tante ora al pc sento i polsi e le mani che fanno i capricci, sto cercando infatti qualche supporto sul quale poggiare il portatile in modo da riuscire a digitare più comodamente senza sforzare troppo polsi e mani. Come sempre dritte e consigli azzeccatissimi i tuoi! 🙂

    Risposta
    • Marzo 8, 2019 in 2:46 pm
      Permalink

      Grazie Simona! Io a dire il vero faccio anche fatica con la sedia: ne ho una “da ufficio”, sai di quelle che in teoria sarebbero perfette. Ma in realtà non ci sto comoda, la schiena non arriva allo schienale e ho sempre i muscoli in tensione. Difficile trovare la sedia giusta.

      Risposta
  • Marzo 7, 2019 in 11:05 am
    Permalink

    Sono consigli molto utili, io non sono una blogger 365giorni l’anno ma sto molto al computer e al telefono sui social. Verissimo che serve luce o il mal di testa è assicurato, anche per la sedia. Io sono seduta proprio ora su una sedia da cucina, oltretutto sono seduta male… Non dovrei ma è abitudine.
    Supporto per il telefono? Wow, non ci avevo mai pensato se non per quelli dell’auto!

    Risposta
  • Marzo 7, 2019 in 9:01 am
    Permalink

    Grazie ! ottimi consigli, sono ancora in alto mare con il mio ufficio da blogger, non trovo l ispirazione giusta per proseguire la decorazione ….

    Risposta
  • Marzo 6, 2019 in 9:11 pm
    Permalink

    Complimenti per l’articolo! Preciso ed efficace, tutti ottimi suggerimenti che adotterò. Io dovrei togliere il divano comunque…

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *