Malta a settembre: le tappe da non perdere

Viaggio a Malta a settembre, perchè no? Ecco alcuni consigli su cose da vedere e che cosa mettere in valigia.

Malta è una delle destinazioni da me consigliatissime per prolungare l’estate; il suo assetto esotico nonostante la sua vicinanza geografica all’Italia (con conseguenti voli diretti e abbastanza economici), il clima mite che prende il meglio del mediterraneo, i suoi mercatini e l’ottimo street food la rendono un posto che non ti lascerà di certo delusa.

In particolare, visitare Malta a settembre è un’ottima soluzione per chi desidera evitare la calca tipica dei mesi estivi, soprattutto di luglio e agosto. Inoltre, sebbene potrà esserci qualche pioggia a sorpresa, in questo periodo dell’anno a Malta le temperature sono ancora clementi e permettono di trascorrere una vacanza tranquilla e lontana dal caos. 

Intanto, leggi le cose da sapere prima di andare a Malta.

Cosa mettere in valigia per una vacanza a Malta a settembre?

malta - porto di valletta visto dal mare
malta – porto di valletta visto dal mare

Dato che a settembre il clima è ancora estivo, portate con voi tutto ciò che serve per il mare (ricordando di scegliere la giusta protezione solare in base al vostro fototipo), ma anche qualcosa di più pesante per le passeggiate serali e per eventuali piogge (soprattutto se partite a fine mese).

Per quanto riguarda i documenti, invece, non avrete bisogno di nessun visto particolare, dato che è sufficiente la vostra carta di identità valida per l’espatrio.

Prendete appunti sulle tappe da non perdere a Malta e godetevi tutte le sue bellezze: non potrete che restarne affascinati!

I luoghi da visitare a Malta

Valletta, Malta
Valletta, Malta

Quali sono i posti da vedere a Malta nel tuo viaggio settembrino? La prima tappa da fare è sicuramente Valletta, la capitale del paese.

Questa città-fortezza ha un centro storico molto particolare (non a caso dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO) e offre diverse meraviglie architettoniche, come il Palazzo del Gran Maestro, che ospita l’Ufficio del Presidente di Malta, e la Concattedrale di San Giovanni, con le sue volte interamente ricoperte da affreschi e che troverai molto simili e al pari delle cattedrali più importanti del Rinascimento romano.
Un’altra attrazione da non perdere sono i Giardini Superiori e Inferiori di Barrakka, al centro della città. 

Un’altra città che merita decisamente una visita è Mdina, le cui origini risalgono a oltre 4000 anni fa. Cosa la rende così speciale? Il suo isolamento geografico, che le è valso l’etichetta di “città silente”, ma anche la sua particolare struttura, caratterizzata da viuzze labirintiche rese uniche da piante rampicanti, palme e fichi d’india.

Mdina, Malta
Mdina, Malta

Anche la Grotta Azzurra merita di essere menzionata nella lista dei luoghi da non perdere a Malta: nota come Blue Grotto, questa perla della natura è caratterizzata da una roccia ad arco che sovrasta un nugolo di affascinanti caverne.

Blue Grotto, Malta
Blue Grotto, Malta

Infine, per godervi lo splendido mare cristallino dell’isola, recatevi alla Golden Baye alla Ramla Bay, che sono due delle spiagge più belle di Malta, perfette per rilassarsi anche nel mese di settembre, quando la folla dei turisti è finalmente un ricordo lontano.

Anche il mercato del pesce di Marsaxlokk (si pronuncia masciaslok) è a mio avviso una tappa imperdibile sia per gli amanti del mercato e delle situazioni “tipiche” che per chi ama mangiare bene. I ristoranti di questo piccolo centro, da quello più altolocato al camioncino che serve panini al fritto di paranza, sono tutti ottime esperienze mangerecce.

Vista del mercato di Marsaxlokk
Vista del mercato di Marsaxlokk

Se hai bisogno di consigli più specifici o altri itinerari maltesi scrivimi una domanda diretta nei commenti!

malta-a-settembre_Le-tappe-da-non-perdere
Condividi questo post su pinterest!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *