Dal Giappone la formula matematica per volare low cost

Prima acquisti meno paghi? … non sempre.
Meglio last minute?… si rischia di rimanere a terra. E il risparmio spesso non vale il rischio.
Ma allora, quando è il momento giusto per prenotare un volo?L’economista giapponese Makoto Watanabe  ha da poco realizzato un calcolo con relativa formula che individua il momento migliore per prenotare un volo. 
La formula è questa:∏A = gUG + min(k – g, (1 – g)(1 – r))
Non ci ho capito niente, ma potrebbe essere un bel tatuaggio.
Uno dei tanti che si fanno senza avere idea del significato esatto ma solo del senso generale.
Cosa dice, in parole e non in formule il sig. Watanabe? 

1 –I biglietti aerei costano di meno nelle ore pomeridiane.
L
e compagnie aeree hanno constatato che gli acquirenti del mattino sono i professionisti che prenotano dall’ufficio, spesso per trasferte aziendali.  Nelle ore pomeridiane è più probabile che siano on line giovani, free lance o persone che prenotano viaggi di piacere.

2- A 8 settimane dal volo i biglietti costano di meno perché le compagnie aeree vogliono incentivare il loro acquisto e non rischiare di restare con posti vacanti (questo è stato dimostrato anche da studi precedenti, del 2001 negli USA, del 2004 in Francia). L’abbassamento del prezzo serve anche per fronteggiare la paura dell’imprevisto di molti clienti.
Alcune prove empiriche sembrano confermare la teoria delle otto settimane di Watanabe.

3-I voli infrasettimanali (martedì e giovedì) costano di meno quasi esclusivamente per le compagnie definite low cost. Per quelle di linea invece non fa differenza e spesso i costi sono anche leggermente più alti per gli stessi calcoli di cui al punto 1: si tratta per lo più di prenotazioni di aziende per viaggi di lavoro, quindi molti voli in business o comunque non a carico dell’acquirente.
Da sperimentare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *