Come vendere consulenze online, su un piano tecnico e su un piano strategico: come “inventare” un prodotto, farlo trovare e come ricevere i pagamenti

I nuovi metodi di lavoro e vendita che si sono imposte negli ultimi due anni e, ben prima, le visioni più lungimiranti di molti liberi professionisti, hanno portato molti di noi freelance a elargire e vendere consulenze usando al meglio il potenziale del web, dalle video call ai webinar, passando per i video corsi e i supporti in gruppi interattivi e chat sui social e sistemi di messaggistica come telegram.

Oggi, per un professionista, una buona presenza sul web non è più solo una elegante forma di presentazione e professionalità, ma qualcosa che fa la differenza tra lavorare poco e lavorare molto.

In alcuni casi la presenza online può fare la differenza tra lavorare e non lavorare affatto.

google spam update cosa fare

Ovviamente, una buona strategia di vendita di servizi online è importante per guadagnare di più e diversificare le entrate (altra cosa della cui importanza siamo ormai tutti consapevoli).

Ecco dunque che coach, psicologi, nutrizionisti, avvocati, insegnanti di musica, marketer ecc., hanno scoperto che, se riescono a costruire un modello di consulenze online, possono avere richieste e vendere i propri servizi, grazie ad un computer e una buona connessione web, al netto di una buona strategia di promozione.

In questo articolo, al netto dei miei anni di esperienza e di lavoro nel mondo digitale, ti do qualche consiglio su come creare e vendere un tuo prodotto di consulenza online.

Sono Sabrina, blogger
e content strategist.
Da oltre 10 anni aiuto
professionisti
e aziende a vendere
i loro prodotti e servizi online e
blogger a far crescere il
loro progetto sul web

Come vendere consulenze online: i primi tre passaggi

Prima di arrivare alla questione tecnica e ad alcuni accorgimenti legali, è bene sapere che ci sono dei passaggi preliminari per creare e vendere consulenze online.

  1. Creare un modello o un prodotto.
    Consulenza vuol dire tutto e niente. Dal momento che per venderla online, come vedremo meglio tra qualche paragrafo, serve poter fissare ed esporre un costo fisso, è bene creare uno o più prodotti.
    La semplice consulenza è meglio che diventi un modello di prodotto con dei dettagli quantificabili, come ad esempio “Video chiamata di 40 minuti sull’argomento X”, “3 telefonate da 60 minuti seguite da dispensa” Ecc.
    Deve essere chiaro, nel momento in cui fissiamo un prezzo, la tipologia di “Prodotto” che si acquista.
  2. Crea o almeno stabilisci il canale o i canali di vendita
    Anche online, per le consulenze come per la vendita di qualunque altro bene, i clienti non arrivano per caso, bisogna attirarli.
    Io vendo circa il 70% delle mie coaching per blogger grazie a questo blog, scrivendo articoli con caratteristiche ben precise e poi in parte attraverso il social dove ho una community più attiva, cioè su Instagram. Ma molti lettori che poi convertono la lettura in acquisto, arrivano anche da Pinterest.
    Insomma, come me, anche tu devi sapere come andare a trovare i lettori e le lettrici che hanno bisogno di te.
    In una coaching personalizzata possiamo lavorare alla costruzione del tuo business online e al tuo funnel di vendita.
  3. Crea una strategia di contenuti per attirare chi ha davvero bisogno di te, da veicolare sui canali di vendita di cui al punto 2.
    Ad esempio, se il tuo canale di vendita è il tuo sito web, oltre ad essere impostato in ottica SEO e avere una strategia SEO on-page e off-page, è indispensabile che via sia una sezione dinamica (cioè il blog) e un piano editoriale strategico adatto a portare le persone che hanno bisogno di te.
    Anche questo è qualcosa che, se vuoi, possiamo fare insieme nel percorso Full Blogger.

Vendere consulenza online: come fare sul piano tecnico?

vendere consulenze online

Per vendere consulenze online, e ricevere i pagamenti, i metodi possibili sono essenzialmente due:

  • aprire un e-commerce sul tuo sito o blog
  • spingere i tuoi visitatori a contattarti in privato e da lì, inviare fattura e ricevere il denaro

Nel primo caso, se vuoi che la transazione avvenga direttamente dal tuo sito, quello che devi fare è scaricare un plug-in che consenta le transazioni tramite bonifico, PayPal o altre forme di pagamento online. Il più utilizzato è WooCommerce, che ti crea direttamente lo shop online e tramite il quale puoi impostare le tue modalità di pagamento preferite.

Non basta questo, ovviamente: ogni volta che qualcuno acquista qualunque cosa dal tuo sito, anche una consulenza, di fatto accetta un contratto di vendita con delle condizioni specificate in un accordo.

Quindi, se crei li tuo e-commerce, devi anche creare le tue condizioni generali di vendita e di contratto (ti consiglio di farle fare da un legale e, in particolare, ti consiglio Valentina Fiorenza, nota sul web come The Blonde Lawyer, specializzata in diritto online e consulenze a professionisti digitali).

Se invece preferisci specificare le caratteristiche del tuo prodotto ma non fare avvenire la transazione online, è importante che il modulo di contatto per prenotare la consulenza, a seguito della quale manderai regolare fattura via e-mail, sia ben visibile e facile da rintracciare.

Soprattutto, è bene che stia nei luoghi del tuo sito in cui è strategico posizionarlo.

In sintesi, per vedere le tue consulenze online ti serve

consulenze SEO con professionista
  1. un modello di business (possibilmente riconoscibile e differenziato dai competitor)
  2. un canale di vendita (o più canali di vendita)
  3. dei canali di promozione
  4. una strategia editoriale che unisca SEO e Piano Editoriale Strategico
  5. declinare in modo crossmediale, cioè su più canali, la tua strategia di vendita
  6. fare tutto questo… senza tralasciare il tuo core business, cioè, come dico sempre alle mie corsiste e corsisti, gestire tutto in modo “ecologico”.

Se hai bisogno di aiuto, prenota una consulenza one shot, in cui in un’ora possiamo buttare le basi della tua strategia digitale.

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *