A Capodanno fai un viaggio e preparati alla rivoluzione 

“Che cosa si fa a capodanno”?

Non so voi, ma a me questa domanda mette addosso tutta l’ansia dell’anno appena trascorso.

Vorrei solo stare a casa, accanto al camino con tutte le persone che amo di più, non mi serve altro! Ma tutte le persone che amo di più vogliono “fare cose”. Feste, veglioni, vestirsi bene, persino sexy (come se fosse davvero possibile per essere sexy sotto i 25 gradi!).

A chi è nel mio stesso stato di prostrazione a fronte di queste assurde domande, io consiglio: fatti mezza bottiglia di bianco (come ho appena fatto io) e prenota un last minute per un’altra città d’Europa.

ph leio mclaren – unsplash




E sai che cosa ti dico? A questo giro non ti propongo neanche una delle mie amate mete dell’Est, ma addirittura ti suggerisco Londra, Parigi, Barcellona e Praga.

Così al “Che cosa fai a capodanno” la risposta è “sarò a Londra, Parigi, Praga” e anche se alle otto sarai a letto a guardare le repliche del Saturday Night Show, sarai effettivamente in una super capitale europea, sembrerà una cosa fichissima ma potrai limitare l’ansia da vita sociale a tutti i costi.

Lascia che ti dica una cosa seria, serissima: personali analisi poco scientifiche ma MOLTO empiriche mi portano a pensare che chi si fa un capodanno da solo o da sola da qualche parte nel mondo, cambia radicalmente e in meglio la propria vita nell’anno successivo soprattutto dal punto di vista sentimentale. Una mia amica-sorella ha fatto un capodanno da sola a Berlino, è rientrata ed ha conosciuto per caso quello che nel giro di poco sarebbe diventato suo marito. Idem per un amico che si è fatto da solo il capodanno a New York. Meno di due mesi dopo il rientro ha trovato la donna adesso madre dei suoi figli.
Poi non dire che non ti ho avvisato/a.

che cosa fare a capodanno - viaggi
ph jorige kuzmaite – unsplash

Quali luoghi scegliere per il capodanno che cambierà la tua vita?

Le possibili mete per un capodanno europeo alla moda non mancano: questa rosa, infatti, è davvero ricca di petali da sfogliare! Il nostro primo pensiero vola metaforicamente a Londra: una capitale elegante, impreziosita dai famosi fuochi d’artificio di capodanno sul Tamigi. Cosa aspettarvi da Londra? Un clima divertente ma anche romantico, ideale da vivere in coppia! Anche il capodanno ad Amsterdam vale la pena di essere vissuto: qui è tutto più “easy” e spontaneo, dato che i turisti si mescolano senza distinzione. Certo, è una meta consigliata solo se amate i club e le discoteche, e se non soffrite granché il gelo invernale! Poi c’è Praga: una capitale europea altrettanto fredda ma magnifica, votata ancora una volta al romanticismo con una spruzzata di arte. Infine, è il momento di Barcellona: la capitale della movida della notte di San Silvestro presso la Fontana di Montjuïc!

Capodanno a Parigi: che cosa fare?

Per prepararti alla rivoluzione, quale città simbolicamente migliore di Parigi?
Qui le opzioni abbondano: c’è la festa di capodanno al Trocadero, anche se i festeggiamenti di Montmartre sono una autentica istituzione. Se preferite evitare di spendere cifre alte, l’opzione principale è il capodanno negli Champs Elysees, oppure di fronte la Torre Eiffel o la Cattedrale di Notre Dame! Per gli amanti della vita notturna, invece, ecco una lista dei locali più alla moda della capitale francese: la Queen e la Duplex sono due discoteche famosissime. Se desiderate il pacchetto completo di cenone, ma in versione elegante ed esclusiva, potreste optare per Les Planches. Per gli amanti del vintage e dei concerti, invece, c’è il Le Bus Palladium!

Che cosa indossare per essere carine (o almeno decenti) a capodanno?

che cosa indossare a capodanno - viaggio
ph caitlyn wilson – unsplash

Ora, io credo che il mondo delle donne e anche la sotto categoria delle blogger si divida in due tipi: quelle immensamente fighe e quelle che soffrono il freddo.
Io appartengo alla seconda categoria e se anche tu ne rientri anche solo in parte ti consiglio prima di tutto di leggere la mia guida su come apparire carine nei viaggi invernali.

Poi c’è da chiedersi dove staremo: Piazza, locale o discoteca?

Ad esempio, per festeggiare in un locale, in cui notoriamente le temperature oscillano dall’artico all’equatoriale, non abbandonare i trucchi della viaggiatrice pratica e affidati allo stile capsulare: i tubini in combinazione con gli stivaletti alla caviglia e un cardigan da mettere e togliere a seconda delle necessità sono una soluzione evergreen, perfetta per questo tipo di serata e per ogni viaggio in cui ci potrebbero essere delle situazioni in cui siamo troppo italiane per essere sciatte.
Gli ankle boots si possono ordinare facilmente su shop di moda online come YOOX, che propone tanti modelli perfetti per ogni look!

In discoteca, invece, la regola è brillare (possibilmente solo in senso metaforico, che già il periodo è quello che è…): fate incetta di vestiti con paillettes e accessori luccicanti! I top sono il… top, mentre gli shorts una soluzione fashion ma anche comodissima: pure le minigonne sono un grande classico, così come la camicia, una opzione per le serate più In! (ho delle cugine molto giovani e molto trendy e l’ultimo paragrafo si basa sull’attenta osservazione delle loro gallery instagram).

Infine, che cosa indossare per un capodanno in piazza? Voi dirette, con il freddo che fa, meglio un piumino. E io rispondo: non era meglio restare a casa?

ph soragrit wongsa – unsplash

Se proprio devi andare a festeggiare e se proprio hai dovuto e voluto trascorrere interminabili minuti a truccarti, che senso ha avere un terribile piumino?
Io punto tutta l’eleganza sul paltò. Pesante, sfiancato, elegante.
Oppure un cappotto rosso, must have per chi non si arrende alla carenza di stile cui spesso ci obbliga il grigio inverno.

Bada bene, per il capodanno in piazza, se il cappotto è quello giusto, sotto va bene anche un pigiama di pile.

Largo ad accessori caldi e colorati come sciarpe tipo scialle e cappelli, fai spazio ad orecchini grandi, irriverenti, quasi inopportuni, che diano luce al volto.

Guanti sì, guanti no… io non li amo perché tolgono potere al pollice opponibile per non parlare del fatto che non posso usare il touch screen del cellulare.

Allora che fare? Rinunciare per sempre alla circolazione periferica? Certo che no! Esistono sia dei guanti adatti al touch, con un tessuto particolare sulle dita che fa passare il calore e l’energia cinetica delle dita (che è quella che fa funzionare il touch dei nostri dispositivi), e potreste farveli regalare per Natale, oppure esistono i cari vecchi manicotti, che per me sono sempre la soluzione più elegante.

Hai mai trascorso un capodanno all’estero? Quale destinazione hai scelto e che cosa hai fatto di memorabile (a parte essere in viaggio)?

 

5 pensieri riguardo “

A Capodanno fai un viaggio e preparati alla rivoluzione 

  • dicembre 22, 2017 in 8:15 pm
    Permalink

    E allora il Capodanno fa i miracoli! Sono contentissima per i tuoi amici che hanno trovato l’amore vero! 🙂 Io non so ancora che faccio a Capodanno, ma quest’anno vorrei davvero un miracolo pieno di felicità! Buon Natale cara! Come al solito bellissimo post! Adoro!

    Risposta
      • dicembre 26, 2017 in 6:21 pm
        Permalink

        si, hai ragione! Solo noi possiamo costruire il nostro futuro creando la felicità 🙂 Quest’anno è stato un po’ complicato per me, ma ha i suoi pregi pure 🙂 Quindi forza!

        Risposta
  • dicembre 20, 2017 in 10:23 pm
    Permalink

    Condivido, in toto. Non ho alcuna “ansia da Capodanno”, anzi….l’ho passato più di una volta da sola, e ormai da anni per me ha senso solo come celebrazione spirituale di un passaggio: quindi o partecipo ad un ritiro zen, oppure mi immergo in meditazione, anche da sola, o con amiche che la pensano come me.

    Bella la tua idea di un last minute in qualche città europea, e…. corro a leggermi l’articolo su come apparire carine nei viaggi invernali 😀

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *