Twitter: Come avere più di mille nuovi follower al mese

Oltre mille follower su twitter nell’arco di un mese senza “comprarli” e composti soprattutto da utenti in linea con gli argomenti che tratto.

Che poi, a conti fatti, tra il mio profilo e gli altri che gestisco per lavoro sono arrivata ad averne più di 3000, in un solo mese.
Mi chiedo io per prima “ma come ho fatto?” (perché una, ad un ceto punto, se lo deve chiedere se non vuole lasciare sempre tutto al caso e sistematizzare le buone pratiche).




Ti dico come ho fatto, senza retorica e senza frasi di buon senso tipo “Quel che conta è l’interazione”, perché tanto questo già lo sai.

Prima di dirlo, però, faccio una piccola ammenda, una sorta di disclaimer per le lettrici e i lettori che non vivono dell’attività di blogging e social media strategy (so che ce ne sono, tra chi legge, e mi sento in dovere di dare delle spiegazioni).

I follower sono persone.
Persone che comunicano e che hanno interessi.
Non solo! In particolare, degli utenti di twitter ho massimo rispetto e per loro ho un occhio di particolare riguardo perché sono loro che hanno riportato in questo universo di parole buttate a caso quello sforzo di umiltà che è il dono della sintesi.
Raggiungere più follower su twitter per un blogger o per chi ha un’azienda è un modo per aumentare le possibilità di fatturato in modo diretto o per far conoscere il proprio brand.
Il solo modo affinché ciò avvenga è dar retta a chi ti segue, cercando di capire di che tipo di contenuti ha bisogno o quali contenuti ha piacere a vedere.

come aumentare il traffico witter

Oltre alle aziende, avere più follower è importante per un social media strategist e per un blogger.
Perché il numero totale di follower fanno reputazione e, indirettamente, fatturato.
Lo ammetto, questione di soddisfazioni professionali e anche, se tutto va bene, qualche spiccio in più.

Quindi provate a paragonare questo post ad un editoriale del Corrirere Di Chissenefrega su come ha fatto il giornalino ad avere un’impennata di lettori in poche settimane, in un paese in cui la piccola stampa è cannibalizzata da quella nazionale e la gente, in media, legge poco.

Per un blogger dal traffico medio, un simile aumento in poco tempo è una scoperta tale da volerla condividerla (anche perché la condivisione è l’ABC del blogging, come ho scritto in “7 motivi per i quali amo avere un Travel Blog”)

twitter: come avere più di mille nuovi follower al mese

Veniamo al punto: per un aumento cospicuo, costante e organico dei follower in linea con i miei argomenti, ho trovato “la quadra”, cioè una serie di trucchi e strategie che cerco di riassumere.

Interazione: sì, ma come? 

Lo dicono tutte e tutti ed è vero: per avere più follower su twitter senza acquistarli e creare un traffico che sia organico serve interazione e engagement.

Quando lo leggevo scritto da altri dicevo: sì, ma io interagisco! metto mi piace, condivido, commento!
Il punto è che farlo quando puoi non basta.  Quando c’è un obiettivo, anche l’interazione va sistematizzata.
Lo so, viene meno la spontaneità, but that’s business babe!

come aumentare i follower su twitter

 

Allora ho capito, facendo dei grafici e delle tabelle, in quali orari l’interazione mi porta più contro-interazioni e anche più follower. Ogni profilo è diverso da altri, per cui è il caso che chiunque voglia dei risultati faccia una piccola analisi degli orari di punta del proprio traffico.

Per me (e per alcuni miei clienti) l’ideale  alle 12.00 e alle 21.00.

Quindi ho messo una sveglia sul cellulare che mi indica, o meglio comanda, alle 12.00 e alle 21.00 “MARATONA TWITTER”.

Qualunque cosa io stia facendo, la interrompo e faccio maratone di 10 – 15 minuti in cui

  • seguo profili di interesse affine al mio
  • re-twitto i loro ultimi post
  • uso gli # giusti (a proposito di questo punto, leggi il paragrafo successivo).

Sto sul (mio) pezzo 

Ho appena scritto un post sugli oggetti vintage da portare in viaggio e l’ho appena condiviso su twitter?

Bene, allora al momento delle mini-maratone cerco l’ashtag #vintage e leggo, commento, re-twitto quanto è stato scritto in merito, negli ultimi 3 minuti (l’utenza di twitter, a differenza di facebook, entra ed esce da questo social, e quello che scrivi è già vecchio dopo pochi minuti).

Per fare questo servono dita veloci e qualche minuto di assoluta concentrazione sulla tua “maratona”.
Quindi… sì, per avere oltre 1000 follower in un mese ho dovuto diventare una persona brutta, a cavallo tra una bimbaminchia e una businesswoman che, “mannaggiatutto esiste solo il lavoro”, per almeno 15-30 minuti al giorno.

Quindi, in breve:

  • Cerca gli orari più adatti al tuo traffico;
  • mettiti une sveglia sul cellulare e rispettala;
  • apri twitter e per 10-15 minuti cerca i tuoi #, metti like, condividi i post di 15 profili attinenti ai tuoi argomenti;
  • Segui almeno il 50% di questi profili.

Ah, ancora una piccola ma importante cosa da dirti su quanto scritto in questo post:
se vuoi seguire questo metodo (che, ti garantisco, funziona), sappi che il numero di follower crescerà in maniera direttamente proporzionale ai following, cioè alle persone da te seguite.

Se il tuo intento è avere molti follower e pochi(ssimi) following, non imitarmi, cerca altri metodi validi.
Per avere 10.000 follower e solo 2-3.000 following servono livelli di esposizione davvero notevoli: devi essere un personaggio pubblico o una grossa influencer, cosa che io non sono.

Se sei qui a leggere come ho fatto ad avere 1000+ follower in un mese, probabilmente non lo sei (ancora) neanche tu
[ma potrebbe interessarti questo articolo su
come diventare micro influencer].

 

4 pensieri riguardo “Twitter: Come avere più di mille nuovi follower al mese

  • Aprile 2, 2017 in 6:44 am
    Permalink

    Ciao Sabrina, ti leggo da un po’ e trovo molte affinità con i temi che proponi (viaggi, cultura, lavoro freelance come nomadi digitali).
    Da un po’ di tempo a questa parte mi sto impegnando a trasformare quello che era un piccolo blog in un magazine di viaggi e cultura (con frequenti incursioni nel tema dei diritti animali ). Scrivo, studio, elaborò materiale fotografico.
    Dal momento che fino a un po’ di tempo fa non frequentavo molto il mondo dei “social”, mi chiedevo quale possa essere il metodo per individuare “gli orari più adatti al mio traffico”…. grazie, e a presto! 🙂

    Gaia

    Risposta
    • Aprile 3, 2017 in 6:27 am
      Permalink

      Ciao Gaia. Dunque, per i numeri generali di presenze e interazione sui social in Italia ti consiglio di dare un’occhiata a questa infografica http://bit.ly/2nNevZA
      invece per il tuo traffico sui social ti consiglio di studiare le analytics della tua pagina Facebook e twitter o la provenienza del tuo traffico nel corso della giornata dagli analytics di google.
      Se poi vuoi proprio strafare, crea un file xls in cui annoti per un mese tipo e orario di post e registra il livello di like, tweet e interazioni. In genere si tratta sempre di un mix di caratteristiche generali del traffico in Italia e del tuo pubblico specifico.

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *