Guida all’utilizzo di Pinterest: come far sì che porti traffico al tuo sito/blog

Pinterest è tra i social visual più trascurati (solo 100 milioni di utenti attivi), eppure è utilissimo per portare traffico al tuo sito o al tuo blog. Ecco come.

Nome che unisce Pin (appuntare) e interest (interesse), Pinterest è uno dei social network più sottovalutati dai blogger e social media stregist italiani; in USA e UK non esiste blog o sito che superi le 500 visualizzazioni quotidiane che non abbia una grafica adattata a pinterest per ogni post. La domanda è: che cosa non abbiamo capito delle Pin-potenzialità?

All’inizio, nel 2010, Pinterest era usato solo per immagini prive di testo, quindi adatte a chi ha un prodotto da vendere o per chi ha la passione della fotografia. Diciamo che iniziava a colmare un vuoto, quello dei social visual, prima che Instagram inglobasse questo segmento tanto da portare Facebook a copiare praticamente tutte le implementazioni del social attualmente in maggiore crescita. (nb: Pinterest e Instagram furono lanciati entrambi nel 2011, ma Instagram inizialmente era solo per iOS). Pinterest è il solo social che non si è particolarmente evoluto ma è rimasto sempre molto simile a se stesso. Tuttavia quel che si è evoluto è l’utilizzo da parte dei suoi utenti. Ora cercherò di spiegarti come gli utenti attivi lo usano e come Pinterest può portarti traffico. Seguo moltissime blogger di tutto il mondo e circa un anno fa ho notato che quelle con un traffico maggiore hanno tutte, all’interno di ogni post, una grafica simile a questa sotto riportata, con annessa la scritta “share on pinterest” o qualcosa di simile.

come usare pinterest affinché porti traffico al tuo blog - www.sabriabarbante.com
Condividi questo post su Pinterest

Già qui si svela parte dell’arcano: molti credono che su Pinterest basti condividere un’immagine, spesso di un prodotto. Dunque se non hai un prodotto da vendere, questo social è inutile. In realtà non è così perché Pinterest è utilizzato da molti utenti come alternativa a google per la ricerca di tutorial, articoli che diano indicazioni su come fare cose o consigli utili. Molto gettonati su Pinterest sono anche i così detti Listicle, cioè articoli sotto forma di lista, tipo “5 modi per vivere Londra più o meno low cost” . Ed è per questo meccanismo di ricerca che Pinterest può portare traffico, potenzialmente anche al tuo blog o al tuo sito. Ma andiamo per ordine: Ecco come gli utenti attivi di Pinterest usano Pinterest  Prova ad iscriverti a Pinterest. In alto vedrai una barra di navigazione dove è possibile inserire delle parole chiave di ciò che stai cercando, ad esempio consigli sul blogging, personal branding, idee ecc. Sotto la barra, altri pulsanti colorati ti proporranno altre opzioni/parole chiave per restringere il campo di ricerca e aiutarti meglio. Vedrai quindi un bel po’ di segnalibri che propongono articoli sull’argomento che ti interessa (qualunque tipo di argomento). Da qui potrai selezionare un articolo e “salvarlo” nel tuo board (la bacheca di Pinterest) per leggerlo dopo e/o per farlo leggere a chi segue i tuoi “pin”, oppure puoi cliccare sull’immagine e ti troverai sul blog o sul sito in cui è contenuto il post. Per questo, a differenza degli altri social, su Pinterest non è poi così importante il tuo numero di follower: se scrivi post utili e ricchi di informazioni e li condividi impostando bene l’immagine e la sua descrizione, è molto probabile che il post venga trovato anche da chi non ti segue. Come usare Pinterest affinché porti traffico al tuo blog?  Prima di tutto, crea i tuoi board, dando loro dei nomi. Io ne ho uno specifico dedicato a In My Suitcase e ogni volta che condivido un post lo inserisco in quella bacheca. Noterai, ricercando argomenti nella barra di navigazione di Pinterest, che le immagini, tutte in formato verticale, sono una sorta di “copertina” di articoli sparsi nella rete.

Così come funziona per i libri, più sono accattivanti e convincenti titolo e immagine del pin, maggiore è la possibilità che il lettore scelga la tua copertina, quindi il tuo post, e venga quindi sul tuo blog.

Dunque devi

  • creare una bella copertina nel tuo blog post: Per fare una grafica adatta alla condivisione su Pinterest puoi usare diverse App: quella che io preferisco è Adobe Phost (che utilizzo anche per adattare le immagini dei miei post a twitter e instagram).

Leggi anche “Come fare grafiche efficaci… mentre sei a letto prima di dormire”

  • Edita l’immagine inserendovi il titolo del post.
  • Dunque inserisci l’immagine nel tuo articolo
  • Bada di inserire nelle impostazioni della foto un titolo e una meta descrizione perché è ciò che gli utenti di pinterest leggeranno come introduzione sotto la tua immagine e li convincerà definitivamente a cliccare sulla foto, quindi a venire sul tuo blog. Io inserisco nel titolo dell’immagine e nella meta iscrizione (alt test) il titolo stesso del post.
  • Inserisci anche nella didascalia l’indicazione SHARE THIS POST ON PINTEREST, come call to action 😉

Una volta terminato e pubblicato il tuo blog post, condividilo su Pinterest direttamente dalla barra di social share che avrai sotto-sopra-accanto ai tuoi post. Nel mio caso si trova al termine di ogni articolo. Ti appariranno tutte le immagini presenti nel post: scegli solo quella adatta a Pinterest che hai appena editato, con tanto di testo. come condividere un post su pinterest Pinterest ti chiederà di selezionare un board: basterà indicare in quale inserirlo, in base al tema del pezzo. Oppure potrai creare un board nuovo. Se hai altre domande, scrivi pure nei commenti! Smak!  

It's only fair to share...Share on FacebookDigg thisShare on StumbleUponEmail this to someoneShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Reddit

7 pensieri riguardo “

Guida all’utilizzo di Pinterest: come far sì che porti traffico al tuo sito/blog

  • marzo 24, 2017 in 7:50 pm
    Permalink

    Hai ragione è davvero sottovalutato …. tipo io L’ho sempre ignorato! M

    Risposta
  • marzo 25, 2017 in 2:40 pm
    Permalink

    Si, purtroppo è uno dei social network più ignorati e meno utilizzati. Io su Pinterest mi sono iscritta solo per vedere alcune immagini e stop, non pensavo si potesse condividere anche articoli. Grazie mille per avermi informata.

    Risposta
  • marzo 26, 2017 in 4:23 pm
    Permalink

    Sono d’accordo Pinterest è un ottimo visual social media tool che permette di aumentare la visibilità e portare traffico al blog! é una sorta di vetrina del tuo blog e non bisogna sottovalutarlo! Lo utilizzo quasi 2 anni e sono molto contenta con i resultati!

    Risposta
      • marzo 26, 2017 in 6:32 pm
        Permalink

        Si, ci sono i pin in entrambe le lingue! Non vedo l’ora di connettersi, Sabrina 🙂

        Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *