Cose da fare e cose da non fare a Timișoara

Read it in English

Sono tornata da una gelida e nevosa Timisoara da due giorni, e da due giorni la mia mente accumula, sotto forma di titoli di blog-post, i mille e più spunti che mi ha dato il mio viaggio in questa città della Romania.

Tali spunti sono dovuti non solo alla città ma anche a fattori quali

  • la neve e le temperature che ho trovato (sono stata fortunata, a quanto pare, per i -7)
  • la compagnia con cui sono andata (innumerevoli titoli parleranno dei vantaggi dei viaggi di coppia in posti in cui fa un freddo imbarazzante)
  • i tassisti che ‘raccontano cose’ (che non ti immaginavi)

Leggi anche “Che cosa fare a Timisoara in 4 giorni” 

Dunque seguiranno a breve una caterva di post sulla Romania e su Timisoara ma adesso partiamo dalla cosa più semplice da dire dopo essere stata in un luogo del quale sino a poche settimane fa sapevo solo essere citata in una canzone di Baglioni degli anni del ’90 (Naso di falco) – non chiedetemi come mai conosco una canzone di Baglioni che neanche Baglioni conosce… anche io ho un passato e un lato oscuro e non amo parlarne -.




Prima domanda: perché sono andata a Timisoara?
Risposta 1 – è stato un regalo di Natale (graditissimo)
Risposta 2 – non ci ero mai stata e questa era una buona ragione per andarci
Risposta 3 – prima o poi l’avrei scelta come destinazione per il motivo di cui al punto 2 e perché c’è un volo diretto da Bari con WizzAir

FullSizeRender

Andiamo al punto: Che cosa fare e che cosa vedere a Timisoara? 

1 – Ovviamente, la prima cosa è il piccolo centro storico della città.

Piața Victoriei (Piazza della Vittoria) è a mio avviso la piazza più suggestiva, che ospita il Teatro dell’Opera, imponente struttura in cui lavorano oltre 800 persone. Piccola parentesi: non tutti a Timisoara hanno una chiara idea dell’imponente mole di persone che ci lavorano.
Il cartellone è fitto, lo si vede già dal portale di ingresso.
Di fronte, dall’altra parte della piazza-viale con una fila centrale di alberi sempreverdi (quasi tutti), la cattedrale Ortodossa.
Da un po’ di mesi ho scoperto che le cattedrali ortodosse hanno un grande fascino su di me. Al di là dell’oro, dei drappi e delle raffigurazioni dei santi, mi piace osservare il loro culto, molto personale e intimo. Anche il rito Ortodosso del matrimonio è particolare, come avevo scritto nel reportage semi-serio sul The Serbian Wedding che mi ha ispirato così tanto da dar vita ad un racconto (è in inglese, ma è gratis, se vuoi puoi scaricarlo 😉 ).

Lungo la piazza-viale che divide questi due edifici, ristorantini raffinati e piccoli negozi-bancarelle di street food (che è un punto a parte del quale parlerò in un posto separato).

FullSizeRender copia 2

Da qui, non è difficile (vento e neve permettendo), arrivare a Piața Traian, centro del quartiere storico Fabric. Prima di andare di sera, accertati che il rifacimento del sistema di illuminazione pubblica sia stato terminato perché altrimenti è buio pesto e spettrale. Leggo ora su Wikitravel che è sconsigliato andarci la sera perché sarebbe pericolosa come zona. Ehm… forse anche i marioli hanno paura del freddo? Davvero, nulla di strano, nemmeno un movimento sospetto se non il nostro (mio e di Anto) mentre furtivi ci avvicinavamo al pub The Drunken Rat.
Comunque, sempre in Piata Traian ci sono strutture barocche, palazzi colorati, panchine disposte come se fossero cadute giù da un aereo e la cattedrale cattolica.

Altri quadretti interessanti sono quelli che si dipanano tra Piața Unirii (“piazza dell’Unità”) e Piața Libertății. La prima è la piazza storica di Timișoara e ospita il Duomo romano-cattolico, il Palazzo barocco, la Cattedrale episcopale ortodossa serba, Casa Brück, il Liceo teoretico Nikolaus Lenau, la Colonna della Santa Trinità (dono di un mercante sfuggito alla peste – ma anche fuggito dalla città – nel 1700), la fontana d’acqua minerale. Qui vicino, anche il museo della rivoluzione, ad ingresso gratuito. Un buon modo per capire che cosa è accaduto in quei 7 giorni di rivoluzione dell’89 (una protesta parrocchiale che in pochi giorni si è trasformata nel rovesciamento ed esecuzione di Ceaușescu).

Leggi che cosa mangiare di buono (e dove) a Timisoara

!!! Prima cosa da non fare !!!

Se entri in un locale chiedi una birra in bottiglia ti portano solo una da mezzo litro. Quando ho chiesto una birra alla spina non mi hanno fatto alcuna domanda riconducibile al concetto di piccola o media.
Quindi non chiedere una piccola o una 33. Credo che una 33 non faccia parte del locale codice etico del bevitore, e di questo mi compiaccio.

IMG_7449

2 – Vai in pieno inverno

Se ami gli scenari innevati e un po’ spettrali, se trovi romantica e dolce la solitudine dei periodi senza turisti e ti piace godere la bellezza di un posto che sembra solo tuo, gennaio-marzo e i suoi -12 gradi di massima è il periodo adatto a te. Io me la sono cavata con un -7 di minima, ma mi sono riportata il ragazzo a casa.

!!! Seconda cosa da non fare: andare in pieno inverno!!!

Per i motivi di cui sopra. Per altro ho il forte sospetto anzi assoluta certezza che la primavera e l’autunno regalino colori e paesaggi bellissimi, dal momento che i parchi e il verde urbano sono davvero molti in rapporto alla dimensione della città.

3 – Un giro della città con il tram

Altra cosa che consiglio è di prendere uno di quei tram bianchi e viola che attraversano tutto il centro urbano e il centro storico. In Piata Libertati c’è una fermata che porta in tutte le zone più interessanti.

4 – Una visita al villaggio di Banat.

FullSizeRender copia 3

Il museul satului banatean (il Museo del villaggio di Banat) è un museo etnografico all’aperto, situato a nord est della città (si può andare in autobus o con il taxi a costi molto bassi). Si tratta della ricostruzione di una cinquantina di case ed edifici rurali dell’Ottocento provenienti da diverse zone della regione del Banat.
Si colloca in un bosco (Padura Verde, ossia Bosco Verde) e le case non sono delle ‘ricostruzioni’ ma delle case vere, prese e portate pezzo pezzo in quest’area. La cosa migliore è andare quando tutte le case sono aperte e visibili e quando i figuranti in abiti d’epoca sono dentro a spiegarti cose o anche solo a mostrarti come vivono. A noi non è andata così ed abbiamo fatto una sorta di tour auto gestito nella neve. Il punto è che è difficile capire quando il museo è nel pieno dell’attività perché i siti di informazioni turistiche non sono informati in merito. Se pensi di andare, chiedi come favore alla reception nell’hotel di chiamare (oppure chiama tu ma non aspettarti grandi livelli di inglese, forse è meglio se parli in italiano) e chiedere come è la situazione.

!!! Terza cosa da non fare: andare con fumatori!!!
NOTA IMPORTANTE:
dal 2016 anche in Romania e quindi anche a Timisoara non è più possibile fumare in luoghi chiusi e pubblici, quindi il seguente paragrafo riporta solo una mia esperienza, che tu non vivrai. 

Almeno… se non sopporti il fumo nei locali. Dopo questa piccola frecciata al fumatore che viaggiava con me (che, detto tra noi, era troppo figo per fargli storie sul fumo), torno seria. In Romania, come in un numero spropositato di posti che ho visitato, è ancora consentito fumare nei locali. Ci sono degli aspiratori sul soffitto e passa la paura. Se porti le lenti a contatto porta con te fiumi di collirio. Se ti porti dietro 500 grammi di capelli, perdi le speranze di non sentirli puzzare di fumo per sempre.




Seconda domanda: la consiglieresti?
Sì, a chi non c’è mai stato per il motivo di cui alla risposta 1 alla prima domanda (se non ci sei mai stata è sempre un buon motivo per andarci).
Forse di più in primavera perché in alcuni momenti il freddo e il vento mettono davvero a dura prova e perché, come accennato, deve essere comunque molto bella nel verde delle sue fronde.

Se vuoi avere più informazioni su cambio, moneta, livello dei costi, dove dormire, scrivimi nei commenti.

 

 

 

 

 

 

42 pensieri riguardo “Cose da fare e cose da non fare a Timișoara

  • Nov 21, 2018 in 2:11 pm
    Permalink

    Ciao Sabrina. Vorrei andare a Timisoara a dicembre, ma cerco qualcuno cui fare amicizia durante la vacanza.. Tu puoi darmi un consiglio..

    Risposta
  • Giu 13, 2018 in 1:27 pm
    Permalink

    Ciao, ti ho appena “scoperta” e vorrei chiederti se secondo te Timisoara è una città in cui si può anche andare da soli e divertirsi comunque.
    Grazie
    Corrado

    Risposta
  • Apr 22, 2018 in 1:48 am
    Permalink

    Ciao Sabrina dovrei recarmi a giorni in Romania per un periodo di lavoro ed inizierei da TIMISOARA puoi darmi qualche notizia utile un po’ su tutto ..?!
    Grazie
    Sergio

    Risposta
    • Apr 22, 2018 in 8:50 am
      Permalink

      Ciao Sergio, grazie per avermi scritta. Ehm… chiedere informazioni su tutto è un po’ come chiederle su niente 😀
      Ti rimando ad un po’ di informazioni su Timisoara che ho già scritto:
      https://www.sabrinabarbante.com/che-cosa-fare-4-o-5-giorni-a-timisoara/ (cose da fare in 4-5 giorni)
      https://www.sabrinabarbante.com/cibi-vegetariani-e-tipici-che-ho-mangiato-a-timisoara/ (cibo veg di timisoara)
      altra info utile: non so che lavoro fai e perchè ti rechi a Timisoara ma sappi che Timisoara è la città che offre internet alla maggiore velocità in tutta Europa e a costi più competitivi.

      Infatti, la connessione arriva al GIGABIT al secondo per tariffe di appena 10 euro al mese.

      Se lavori molto con la grafica e con l’invio e l’upload/download di file audio, video o grafici di un certo peso, questa città ti darà belle soddisfazioni.

      Risposta
      • Nov 24, 2018 in 5:07 pm
        Permalink

        Ciao. Anche io ho in mente la stessa idea. Ti d dove dgt.. Sono un ragazzo di mezza età. Cerco una vacanza relax approfittando delle feste, qualcosa di semplice con possibilità di fare amicizie e portarmi dietro il ricordo della cultura del luogo. Scrivetemi soprattutto se siete del profondo sud, io di Palermo da tanti anni. Un po’ meglio, a volte.

        Risposta
  • Feb 27, 2018 in 8:44 pm
    Permalink

    Ciao mi chiamo Brunospagnolo e abito a Vicenza.
    Vorrei andare a Timisoara 3-4 giorni a luglio con moglie,
    All ‘hotel “Timisoara”,sono curioso di vedere la città
    E mangiare i loro piatti tipici.mah…..tu che ne pensi?
    Grazie e buona serata.Bruno

    Risposta
    • Feb 28, 2018 in 8:40 am
      Permalink

      Ciao Bruno. Tu e tua moglie avete fatto una buona scelta, sia perchè Timisoara a luglio è ancora più bella sia perchè un viaggio è sempre una buona idea. Se vuoi qualche idea su cose da assaggiare lì, leggi questo post: http://bit.ly/2osY1Yg.
      Invece qui ti dico che cosa puoi fare a Timisoara per 4-5 giorni. Spero ti torni utile http://bit.ly/2t69SQI

      Risposta
  • Ott 2, 2017 in 10:13 am
    Permalink

    Ciao,

    sto progettando di prenotare per il “ponte” dei santi.
    Vorrei fare da sabato a martedì (4 gg pieni).
    Dici che sono troppi?
    Ti spiego anche se abbiamo una bimba di due anni quando ci mettiamo in marcia ne facciamo di km a piedi …. anche 30/40 in una sola giornata se il tempo lo permette.
    Non vorrei andare li e annoiarmi, tutto qui.
    Per capire poi come funzionano i mezzi pubblici? Sono efficienti?
    E se uno volesse visitare qualche città nei dintorni? Per forza taxi? Personalmente ho sempre un pò di paura … problema mio ovviamente!
    E questo villaggio banat, dove si trova? Ci sia arriva comodamente?
    Che hotel mi consigli? Calcolando anche il fatto che abbiamo la bimba, anche se lei dorme nel lettone con noi tranquillamente, per 3 notti posso fare questo sforzo ….
    Spero solo di non trovare troppo freddo, guardando le previsioni degli anni passati non dovrebbe, cioè mi sembr apiù o meno lo stesso clima che si trova qui a Milano… fattibile diciamo.
    Attendo tue.

    Grazie e ciao

    Flo

    Risposta
    • Ott 4, 2017 in 9:10 am
      Permalink

      Ciao Flo, non solo non mi sono dimenticata di risponderti, ma ho scritto un post praticamente ispirato proprio alla tua richiesta di info su che cosa fare a Timisoara per 4-5 giorni e con bimbi. eccolo qui http://www.sabrinabarbante.com/che-cosa-fare-4-o-5-giorni-a-timisoara/
      Timisoara è una città da “camminare”. Con una piccola globetrotter che trotterella davanti a te, seguire il suo passo sarà il modo migliore per godere davvero di questo gioiellino dell’est. I tram del centro città sono efficientissimi e credo che un giro del centro in tram è uno dei modi migliori per guardare e “studiare” l’anima del posto.
      Io per andare nei dintorni ho usato il taxi. Per nulla cari, anzi, ma sappi che le auto non sono proprio le nostre euro 4.
      Il loro autunno è come l’autunno delle zone più fredde d’Italia. Per me che vengo da Lecce, freddissimo, per una persona di Bolzano… una passeggiata primaverile 🙂
      Io quando si viaggia con bimbi e in luoghi così economici suggerisco sempre un mini appartamento. che ne pensi di questo? https://booki.ng/2xg5ziy

      Risposta
  • Set 26, 2017 in 8:50 pm
    Permalink

    Ciao Sabrina,
    Mi hai molto incuriosita! Quanti giorni servono per visitare questa città? Quasi quasi mi informo per il mio compleanno 😉
    Caterina

    Risposta
    • Set 26, 2017 in 8:56 pm
      Permalink

      Un week end o tre giorni di relax e “walking around” vanno bene. Il tuo primaveroso compleanno è un periodo bellissimo e ve la godreste molto. Punta a Timisoara o Sofia, both molto economiche ma anche molto belle e inattese. They… feel like a surprise.

      Risposta
  • Set 10, 2017 in 5:23 pm
    Permalink

    Ciao! io andrò per 5giorni a novembre con il mio ragazzo e mi chiedevo se c’è qualcosa nei dintorni che secondo te\voi sarebbe bello da vedere, ho visto che i mezzi di trasporto sono molto lenti e stavo cercando qualcosa di vicino da poter vedere. Grazie 😀

    Risposta
    • Set 11, 2017 in 1:31 pm
      Permalink

      Allora, primo fra tutti il villaggio di Banat. Molto caratteristico ed elegante è anche il centro storico di Oradea, a circa 150 km e a 120 km c’è anche Belgrado e la Serbia.
      Io preferivo fare queste toccate e fuga in taxi, dal momento che non costano molto. Buon viaggio a bacia Timisoara per me 🙂

      Risposta
  • Lug 24, 2017 in 7:36 pm
    Permalink

    Ciao Sabrina! Io e il mio ragazzo stavamo pensando di trascorrere il Capodanno a Timisoara… secondo te è un buon periodo? Inoltre per ora ho prenotato un apparamento lo “City Center Apartment 2” che dovrebbe essere in centro. Lo conosci? Se hai qualche consiglio da darmi è ben accetto!! Grazie mille 🙂

    Risposta
    • Lug 25, 2017 in 7:29 am
      Permalink

      Ciao Paola!
      Dunque, a capodanno Timisoara sarà giusto un po’ freddina (un bel po’), ma è pur sempre il periodo di Natale quindi ci sarà una bella atmosfera. Non conosco il City Center Apartment ma dalle foto che vedo su booking sembra bellissimo, quindi perché no?:-)
      In quel periodo dovrebbero esserci dei mercatini nella piazza centrale e ti consiglio, se state per qualche giorno, di visitare il villaggio di Banat, ma quando ci sono tutti i figuranti, che secondo me rappresenteranno anche le tradizioni natalizie del passato.

      Risposta
  • Mag 22, 2017 in 12:48 pm
    Permalink

    Sono in Romania da tempo e ormai fisso a Timisoara; l’analisi di Sabrina corrisponde a verità, Timisoara è una città tranquilla ma anche le altre lo sono, forse bisogna stare un po’ più attenti se si va a nella capitale.
    Per chi vuole andare a Timisoara consiglio di visitare anche Arad visto che è a pochi minuti di autostrada ma è più bello raggiungerla per la strada normale. Fate attenzione di rispettare i limiti di velocità nei paesi che attraversate e fate la vignetta se andate in autostrada,
    Consiglio anche degli hotel meno noti e infinitamente meno costosi dove si dorme benissimo e sono nuovi e puliti.
    Infine se fate un viaggio in quella nazione non fermatevi a Timisoara, che è la Milano della Romania, città ricca con disoccupazione a zero, merita programmare verso l’autunno un viaggio sulla foce del Danubio e ricordate di inoltrarvi sui carpazi ci sono località quasi incontaminate dal progresso che si è sviluppato in 15 anni ed anche nell’estremo nord ovest del paese ed in ultima merita andare a visitare i Monasteri.
    Ciao e bon divertimento
    Gabriele

    Risposta
    • Mag 22, 2017 in 7:07 pm
      Permalink

      Ma grazie Gabriele!! Praticamente hai creato un articolo nell’articolo! Anzi, credo che prenderò spunto da questi tuoi consigli per un prossimo post sui dintorni di Timisoara. Nel caso ti mando un messaggio e ti avviso, perché ovviamente ti menzionerò! Grazie ancora!

      Risposta
  • Apr 14, 2017 in 10:54 am
    Permalink

    Ciao Sabrina! Da un po’ di mesi mi sto documentando su tutto ciò che riguarda Timisoara, poiché ho addirittura intenzione di andarci a vivere 😀
    Purtroppo devo aspettare che la mia ragazza termini gli studi, dopodiché sarò libero di andarci 🙂 Una cosa che non hai menzionato e che può essere utile soprattutto alle persone che, come noi, lavorano con internet
    (e soprattutto quelle come me che lavorano con i video)
    Timisoara è la città che offre internet alla maggiore velocità in tutta Europa.
    Infatti, la connessione arriva nientemeno che al GIGABIT al secondo!! Costando pure poco più di 10 euro al mese. Pazzesco.
    Infine, essendo anch’io non fumatore, da una veloce ricerca ho scoperto che fortunatamente anche in Romania oggi NON è consentito fumare nei luoghi pubblici al chiuso, proprio come da noi in Italia 🙂
    Questo grazie ad una nuova legge, entrata in vigore nel marzo 2016.
    Spero ti abbia fatto piacere il mio commento (nonché la notizia!)
    Se vorrai tornare a Timisoara, stavolta saranno i tuoi compagni fumatori ad avere la peggio hehe.

    Ciao, a presto!
    Roberto

    Risposta
    • Apr 14, 2017 in 12:58 pm
      Permalink

      Ciao Roberto, non solo mi ha fatto piacere ma mi hai anche dato un enorme spunto per un nuovo post sulle ragioni per andare a vivere nell’Europa dell’Est (nello specifico Timisoara, Sofia, Sarajevo). Tu perché vorresti trasferirti lì?
      (PS. sappi che avrai uno “special thanks” in questo post che sto preparando!!!

      Risposta
      • Nov 22, 2018 in 9:25 pm
        Permalink

        Ciao Sabrina! Ho visto solo ora che mi avevi risposto. E’ passato un po’ di tempo.. Visto che non sono più fidanzato, ho iniziato anch’io a viaggiare un po’ in giro per l’Europa. Non sono ancora andato a Timisoara, ma conto di andare in Romania nel suo momento migliore: a partire dal mese di maggio 🙂
        Per il momento, non ho più intenzione di vivere lì ma di sicuro di trascorrerci qualche mese all’anno.
        I motivi sono: costo della vita molto inferiore all’Italia, ottima connessione internet, buona qualità della vita. Uh, dimmi: l’hai realizzato poi quel post? Sto cercando ma non lo trovo..

        Risposta
  • Apr 6, 2017 in 5:43 pm
    Permalink

    Cara sabrina, il tuo post è veramente te interessante. Vorrei andarci a pasqua….da sola però. La cosa siglieresti comunque? In uno dei commenti sopra ho visto il nome di un albergo…altro che dovrei tenere presente? Grazie in anticipo!

    Risposta
  • Mar 27, 2017 in 11:08 am
    Permalink

    Ciao Sabrina leggere i tuoi articoli e i tuoi consigli dispensati mi ha dato ancora maggior coraggio nel partire verso questa meta! A Maggio andrò 5 gg da solo… e sarà la mia prima esperienza di viaggio in solitario! Timsoara è una meta che mi ha sempre incuriosito… ho letto che è chiamata la Vienna dell’Est.. e che in Maggio è pieno di verde! Il mio obiettivo principale sarà la fotografia, anzi se hai qualche posto particolare da consigliarmi per Immortalarlo mi farà immenso piacere seguire i tuoi suggerimenti!
    Attendo risposta a presto
    Cristiano

    Risposta
    • Mar 27, 2017 in 6:43 pm
      Permalink

      Ciao Cristiano! Timisoara per un fotografo è piena di spunti: dalla street art sparsa in diversi luoghi della città alle aree verdi. Puoi decidere se orientarti verso uno stile urban o bucolico.

      Risposta
      • Mar 28, 2017 in 9:50 am
        Permalink

        grazie per la rispsota sicuramnete mi orienterò nel bucolico … per iniziare credo andrò all’orto botanico ! grazie ancora !

        Risposta
  • Mar 25, 2017 in 11:43 pm
    Permalink

    Ciao Sabrina,
    Innanzitutto complimenti per la guida che hai creato utile e divertente.
    Io, mio marito ed il nostro piccolo di 5 mesi partiamo tra una settimana destinazione Timisoara.
    Abbiamo prenotato un hotel ad 1,3 km dal centro, cosa consiglieresti? Di avvicinarci un po’ di più??… Per il cambio moneta dove potrebbe convenire??
    Ti ringrazio in anticipo per una tua eventuale risposta!!
    Ancora complimenti, un caro saluto!
    Simona

    Risposta
    • Mar 26, 2017 in 10:05 am
      Permalink

      Ciao Simona, grazie a te per il tuo commento! Dati i costi tutto sommato ridotti degli hotel in centro e il fatto che avete un bimbo piccolo (a Timisoara inizia una bellissima primavera, ma le temperature non sono propriamente ancora quelle delle coste siciliane o salentine 🙂 ), vi consiglierei di cercare qualcosa più centrale.
      Vi consiglio di prelevare appena arrivati, in aeroporto: ci sono gli ATM dai quali è possibile prelevare LEU appena arrivati ad un cambio onesto (anche se probabilmente avrete un costo di commissione di un paio di euro) oppure gli sportelli di cambio in tantissimi diversi punti della città.

      Risposta
      • Mar 26, 2017 in 8:32 pm
        Permalink

        Grazie Sabrina,
        Sei stata molto chiara e carina!
        Non mancherò a scriverti un commento al nostro ritorno!
        Ti auguro buon tutto.

        Risposta
  • Mar 24, 2017 in 6:24 pm
    Permalink

    Cara Sabrina, ho molto apprezzato la tua guida su questa meravigliosa città. Per viaggiatori più intraprendenti, consiglio anche di visitare i villaggi che la circondano, noi ad esempio abbiamo fatto questo realizzando anche diverse interviste e sperimentando l’ospitalità meravigliosa del popolo rumeno. Abbiamo raccolto tutto il materiale in un documentario, di cui linko il trailer: https://www.youtube.com/watch?v=Ony_l4bPYSA

    Spero sia di tuo interesse, un abbraccio!

    Risposta
  • Feb 8, 2017 in 10:55 am
    Permalink

    Ciao Sabrina,
    grazie in anticipo per la tua risposta.
    Io e il mio compagno visiteremo la città il prossimo Aprile.
    Personalmente sono molto attratta dall’Est Europa e sto cercando pian piano di visitarla tutta 🙂 …
    ho però un solo dubbio sulla prossima meta e cioè quello che mi trasmettono tutti quelli a cui parlo di Timisoara: che sia una città pericolosa…
    Cosa puoi dirmi a riguardo?
    grazie, Gabriella

    Risposta
    • Feb 8, 2017 in 11:03 am
      Permalink

      Ah, cara Gabriella, mi chiedo quale sia il divertimento delle persone che descrivono i posti come “pericolosi” 🙂
      sono stata a Timisoara nel periodo in cui è già buio pesto alle quattro del pomeriggio e, davvero, mai neanche un movimento sospetto da nessun angolo della città.
      Ho percepito maggior senso di pericolo a Parigi o NYC che a Timisoara o Sofia (altro posto in cui mi dicevano di tenere gli occhi aperti). Spesso le città dell’est e dell’ex blocco sovietico sono legate a immagini che ci spaventano. Sono legate alla povertà, ad esempio. Questo crea stereotipi un po’ enfatizzati da poche informazioni.
      Troverai Timisoara bellissima (ad aprile, particolarmente verde). A Timisoara come in Svizzera, se si evitano le zone di spaccio e prostituzione delle estreme periferie è meglio, ma non credo siano tra le mete di vostro interesse 🙂
      Buon viaggio e grazie per il tuo messaggio!

      Risposta
      • Feb 8, 2017 in 11:13 am
        Permalink

        Hai pienamente ragione… non avremmo mai rinunciato a conoscere un posto nuovo ma le tue rassicurazioni sono preziose.
        Grazie ancora 🙂

        Risposta
  • Dic 22, 2016 in 6:15 pm
    Permalink

    Ciao Sabrina
    Io vado al 27 gennaio a Timisoara un posto nuovo per me è mia moglie,vorremmo qualche consiglio sui ristoranti da andare e cosa mangiare, saremo alloggiati all hotel Timisoara nella piazza principale di fianco al teatro dell’opera, spero sia un buon posto, con le temperature mi hai fatto spaventare un po’ , comunque resisteremo, mi complimento con il tuo report che è’ sempre utile
    Un caloroso saluto

    Risposta
    • Dic 22, 2016 in 8:05 pm
      Permalink

      Caro Angelo, grazie per il tuo messaggio! L’hotel è ottimo! Ci sono stata anche io ed è uno dei migliori in cui sia stata.
      Anche la location è perfetta perchè siete praticamente in centro, a pochi passi da tutte le cose elencate in questo post (tranne Banat, ovviamente 🙂 ).
      Io sono stata a cena una sera proprio in un ristorantino tipico nella piazza (Plata Victoria) (di certo uno dei più turistici, devo ammetterlo), ma ho mangiato ottime polpettone di polenta fritta e formaggio locale fuso. Si chiama proprio Timisoara, anche il ristorante, non ti puoi sbagliare. Prova anche il Bunicii in Strada Onitiu Virgil nr 3. Cose tipiche ma non solo.

      Risposta
  • Nov 11, 2016 in 5:46 pm
    Permalink

    Tempo ci è voluto, ma stasera per caso ho finalmente letto i tuoi scritti…cioè di una persona che sa fare molto bene due cose contemporaneamente: viaggiare e descrivere brillantemente il vissuto!!! C’è sapiente, istintiva alternanza del tuo personale coinvolgimento nell’esperienza che tanto ami e di quello che via via scopri….Complimenti! cordiali saluti nicola pasculli

    Risposta
    • Dic 18, 2017 in 11:10 pm
      Permalink

      Sono una fan sfegatata di Baglioni x cui da anni ho sentito il nome di questa cittá nella sua meravigliosa ’Naso di falco’😜 Per S.Silvestro partiró anch’io x Timisoara…L’anno scorso sono stata in Transilvania,atterrando a Cluj e passando x Sighisoara,Sibiu,Brasov e Bran …trovo molto interessante questa terra…Adesso volevo visitare un giorno e mezzo Timisoara(che credo sua sufficiente)e muovermi x Belgrado in Serbia…sai se è obbligatorio il passaporto alla frontiera?!Diversamente,sai se c’é qualche paese o cittá nei dintorni che meriti una visita?!se puoi scrivimi in posta…lorypet78@gmail.com cosicché tu possa darmi altre info utili.grazie Loredana

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *